MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


Last updated: Saturday, January 21, 2006

Ricerca Sanitaria E Credibilità Degli Studi Clinici: C'E' Da Fidarsi?

Credete a tutto quello che vi dicono il vostro medico, o il luminare di turno, solo perchè sono in grado di citare o mostrarvi una ricerca ufficiale?

Se vi fidate un minimo della rivista medica Journal of American Medical Association, il monito è che fareste meglio a riflettere ed a rivedere qualsiasi tipo di informazione prima di farvi ricoverare o curare con medicine di qualsiasi tipo.

doctor_3_by_wax115.jpg

Photo Credit: Carlos Paes

Potrà anche non piacervi, ma ricominciare ad usare la vostra testa, assumendovi la responsabilità personale delle scelte sulla vostra salute, potrebbe essere la miglior cura in assoluto. Approfondite le informazioni che vi interessano e cominciate a studiare voi stessi, anziché fidarvi ciecamente di quello che vi dicono gli specialisti e gli esperti. Utilizzateli come fonte addizionale di informazioni, ma mantenete il controllo su chi decide quale sia la verità e cosa sia meglio fare.

In breve, approfondite al massimo prima di dare credito ai fatti supposti, presentati da coloro che possiedono una laurea in medicina e/o enormi interessi economici sui pazienti, anche grazie all'accesso diretto da parte dei canali informativi tradizionali.

Secondo un'importante ricerca recentemente pubblicata dalla rivista Journal of American Medical Association, infatti, su 49 tra i più citati studi clinici

  • 7 (16%) sono stati contraddetti da studi seguenti

  • 7 (16%) hanno trovato effetti più forti di quelli presenti negli studi condotti in seguito

  • 20 (44%) erano copiati

  • 11 (24%) rimanevano ampiamente incontestati

Difficile da credere?

L'indagine ha esaminato tutti gli studi clinici pubblicati nelle tre principali riviste mediche tra il 1990 ed il 2003, selezionando solo quelli citati più di mille volte nella letteratura analizzata.

Ancora sorpresi? Continuate a leggere.

In generale, come postato da Slashdot "circa un terzo di tutti i principali studi clinici degli ultimi quindici anni hanno dimostrato imprecisione e superficialità."

Il medico che ha condotto questa indagine, John P.A. Ioannidis, ha preso in esame le ricerche nelle seguenti autorevoli riviste: New England Journal of Medicine, Jama e Lancet, i cui studi clinici settimanali aiutano a soddisfare l'appetito di un pubblico crescente nei confronti delle notizie mediche.

"Gli esperti dicono che questa indagine è un promemoria per i medici ed i pazienti sul fatto che non si dovrebbe confidare troppo in un singolo studio e bisognerebbe, inoltre, capire che i trattamenti spesso diventano obsoleti con i progressi della medicina."
Ma la citazione migliore viene da un articolo della CNN "Research: Third of Study Results don't hold up", in cui il Dr. Ioannidis sostiene che "gli scienziati e gli editori dovrebbero evitare di attirare l' attenzione nei confronti di una sola indagine clinica, magari quella più promettente o con i risultati più sorprendenti, ma dovrebbero sempre rendere le persone consapevoli dei limiti della scienza."

"Tutti dobbiamo cominciare a pensare in modo più critico".

Non potrei essere più d'accordo.

Fonte:
Contradicted and Initially Stronger Effects in Higly Cited Clinical Research
di John P.A. Ioannidis, Medico
JAMA, 2005; 294: 218-228.

Per saperne di più sugli argomenti spinosi e non discussi pubblicamente relativamente alla salute, sulle ricerche mediche false, sulla controinformazione e sullo sviluppo delle leggi internazionali che influenzano l'accesso delle persone ai rimedi per la salute, consultate questi siti:

 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus
 
posted by on Thursday, July 28 2005, updated on Saturday, January 21 2006

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.

3700

 

Web Analytics