MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


18 novembre 2006

Wikis: Un'Introduzione - La Trasformazione Del Web - (Parte III)

Fino ad oggi uno dei principali obiettivi del World Wide Web è stato quello di fornire informazioni agli utenti. Per questo, accanto ai siti dei singoli, sono nati servizi di informazione professionali gestiti da aziende e da altre organizzazioni.

Wiki_way_book_cover.jpg

Ora, con lo sviluppo di nuove tecnologie come wiki, blog, podcasting e file sharing questo modello è cambiato e sono le community ad avere un ruolo sempre più determinante. Questo nuovo paradigma elimina la distinzione tra produttore d'informazione e consumatore. Un caso per tutti è quello di Wikipedia.

Il presente documento fornisce una descrizione approfondita di queste tecnologie: blog, wiki, incluso Wikipedia e Wikinews, social networks come Friendster, Orkut e servizi sociali correlati come del.icio.us, strumenti di file sharing come Flickr, e di podcasting. Questi servizi incrementano il livello di partecipazione sul Web e permettono di collegare un gran numero di utenti per produrre nuovo contenuto.

Nella prima parte del documento e nella seconda parte abbiamo dato un'introduzione generale dei modi attraverso i quali gli utenti possono interagire nel web 2.0 e abbiamo parlato in maniera approfondita di blog.

In questa parte ci focalizzeremo sul fenomeno "wiki".

 

Wikis

wiki_wiki_257720813_1d8e487611c.jpg

Il termine wiki deriva dall'Hawaiano "quick (veloce)" e riflette il desiderio di Ward Cunningham di creare un sistema che rendesse lo sviluppo e l'organizzazione di pagine web il più veloce possibile.

Il primo wiki è stato creato nel 1995 come ambiente di authoring collaborativo. In generale un wiki è un sito che si auto-organizza, dove chiunque su Internet può editare pagine web esistenti ed aggiungere documenti a sua scelta. Questo significa che ogni lettore può istantaneamente divenire un autore.

Questa caratteristica è molto importante perchè gli autori iniziali degli articoli possono permettere ad altri utenti di editare il loro contenuto iniziale. Sebbene all'inizio,le modifiche all'articolo orginale possano introdurre degli errori, dopo un numero di cambiamenti, il documento apparirà sempre più completo.

L'obiettivo di uno wiki è raggiungere un accordo tra gli autori e i successivi apporti degli editori tendono a rendere il documento privo di errori. Questo differenza gli wiki dai blogs.



Aspetti tecnici degli Wiki

screwdriver_id382125_size100.jpg

Da una prospettiva tecnica, uno wiki è un sistema di content management web-based (CMS) per generare pagine Web che può contenere testi, suoni, media tanto quanto hyperlinks a risorse esterne ed interne.

A differenza di un regolare CMS, gli wikis non contengono diritti sofisticati. A parte pochi utenti con privilegi amministrativi, ogni utente nel sistema utilizza gli stessi permessi.

Il design visuale degli articoli wiki è determinato da template HTML che definiscono la posizione dei contenuti all'interno di una pagina. Quando un utente inserisce il contenuto all'interno di una pagina wiki, il contenuto viene tradotto in codice HTML ed inserito all'interno del template.

Gli articoli di un wiki sono immagazzinati in un database che contiene la versione attuale e quelle passate della stessa pagina. Inoltre gli wiki permettono agli utenti di accedere ad una lista di cambiamenti. Le differenze tra una versione e l'altra degli articoli possono essere evidenziate.



Aree di applicazione

chessboard_id461253_size100.jpg

Il concetto di wiki è applicato a numerosi campi, dagli ambienti di apprendimento ai sistemi di documentazione aziendali.

Informazioni di valore come le esperienze degli utenti con un determinato prodotto, sono gestite in forum di discussione. Tramite gli wiki, un ingegnere può fornire la prima versione della descrizione di un prodotto, e gli utenti possono modificare il contenuto iniziale e aggiungere informazioni complementari.

Questo approccio rende i sistemi di documentazione più efficaci dal momento che la descrizione di un prodotto disponibile può essere aggiornata da una community di utenti e i nuovi sviluppi possono essere integrati in maniera efficace. Le discussioni su argomenti come l'usabilità di un prodotto possono avvenire in forum o blog che affiancano gli wiki.

Un'altra area nella quale gli wiki sono applicati con successo sono le "knowledge bases, le basi di conoscenza" utilizzate nelle compagnie e nelle organizzazioni per le comunicazioni interne. Questi insiemi di informazioni possono contenere informazioni di business quotidiane, ma anche informazioni su prodotti competitivi o sull'uso di tecnologie.

Tramite gli wikis gruppo di competenze possono contribuire ciascuna alla formazione e all'aggiornamento dell'altra.

Un progetto di ricerca condotto dalla CIA lo dimostra. Tutti coloro che fanno parte di un'organizzazione raccolgono dati in un wiki che rendono disponibili a tutti. Dal momento che un editore non deve approvare il contenuto, l'informazione può essere offerta in maniera più rapida e le azioni, come la ri-strutturazione degli articoli possono essere eseguite rapidamente.

Molti sistemi di supporto all'insegnamento fanno un uso estensivo di informazioni digitali. Nella maggior parte dei casi, sono create dagli insegnanti e da altri fornitori professionali di informazione. I progetti recenti tuttavia, si affidano a studenti che generarano contenuti direttamente dai loro compiti a casa o dalle loro tesine.

Sebbene le prime versioni di questi lavori appaiano imperfette, le versioni successive divengono sempre più complete.

Un esempio è il wiki degli studenti di un'università di ingegneria strutturale.

Ulteriori esempi di wiki sono Wikipedia e Wikinews che verranno presentate successivamente. Wikipedia, è il wiki più grande utilizzato oggi perchè aggiornato da una vastissima comunità.



Benefici e difetti degli Wikis

thumbs_up_and_thumbs_down_id129092_size100.jpg

Il fatto che tutti possano contribuire ad un wiki sul Web rende questo sistema più flessibile rispetto ai siti creati da singoli editori. Il contenuto può essere creato e pubblicato senza background tecnico reale.

In aggiunta le funzionalità degli wiki rendono questi servizi adatti al lavoro collaborativo. Il fatto che gli utenti possano essere sia lettori che autori rappresenta sia uno dei maggiori vantaggi che uno dei maggiori svantaggi. Sebbene il concetto di wiki renda il contenuto altamente flessibile e versartile, mantenere altissimi standard di qualità è quasi impossibile.

Dal momento che ognuno con l'accesso ad un wiki può modificarne il contenuto, la credibilità dell'informazione fornita può essere inficiata da errori.

Gli "atti vandalici" sono un altro elemento negativo degli wiki: dati scorretti, pubblicità, contenuto diffamatorio, contenuto esistente cancellato, etc.. Sebbene questi tipi di atti siano trovati e corretti in maniera rapita hanno la possibilità di allentare la motivazione a contribuire ad un progetto.

Dopo un periodo di tempo ed una serie di aggiustamenti gli articoli di solito divengono autorevoli e credibili con un buon livello di accuratezza e completezza.



Contromisure

mechanic_key_bolt_id448575_size100.jpg

L'accesso totale ai contenuti in un wiki è critico e a volte possono essere configurati vari livelli di permesso nei cosiddetti wiki gerarchici.

Gli utenti al livello più alto possono editare qualsiasi sezione di un articolo, mentre gli utenti a basso livello possono solo editare informazioni già inserite.

Per aver successo questo sistema deve mantenere al più basso livello la maggioranza degli utenti che si limiteranno ad aggiungere informazioni supplementari senza modificare quelle inserite dagli utenti del livello più alto.

Questi tipi di wiki si possono utilizzare nel caso di community di intelligence che desiderano mantenere certe informazioni confidenziali o non editabili.



Fine della 3°parte di 7

Leggi la prima parte: Blogs, Wikis, Podcasting, Social Networks E File Sharing: La Trasformazione Del Web

Leggi la seconda parte: Blogs: Un'Introduzione - La Trasformazione Del Web (Parte II

Prossima parte: Introduzione a Wikipedia e Wikinews




Pubblicata originalmente con il titolo "The Transformation of the Web: How Emerging Communities Shape the Information we Consume", on jucs.org da Josef Kolbitsch (Graz University of Technology, Austria), e Hermann Maurer (Institute for Information Systems and Computer Media, Graz University of Technology, Austria) nell'agosto 2006.



Gli autori

Josef Kolbitsch

visitenkarte.showImage.jpg

Josef Kolbitsch ha un PHD in computer science all' Institute of Information Systems and Computer Media, Graz University of Technology, Austria. Ha condotto vari progetti nell'ambito dei sistemi di database web-based, di information processing e information management per organizzazioni come l' Association of Telematic Engineers, l' Association of Austrian Business Engineers, Graz University of Technology, e la Lebenshilfe Steiermark. Inoltre è stato software trainer e personal technical trainer per Berufsförderungsinstitut Steiermark e Symantec Corporation(Auckland Branch), software license manager per Graz University of Technology, e honorary research assistant al Department of Computer Science, University of Auckland, New Zealand.

Per contattarlo: josef.kolbitsch(at)tugraz.at

Hermann Maurer

hm_portrait.jpg

Hermann Maurer ha un PHD in Matematica alla University of Vienna. Insegna in varie università dal 1966, ed è stato direttore del Research Institute for Applied Information Processing of the Austrian Computer Society 1983-1998; chairman dell' Institute for Information Processing and Computer Supported New Media dal 1988, direttore dell' Institute for Hypermedia Systems of Joannum research dal 1990, direttore del AWAC (Austrian Web Application Center) of the ARCS (Austrian Research Centers) 1997-2000, membro del consiglio del OCG (-sterreische Computergesellschaft) 1979-2003, fondatore e consigliere scientifico del KNOW Center (K+ Center), il primo centro di ricerca sul Knowledge Management in Austria. Dal Gennaio 2004 Hermann Maurer è preside della Faculty for Computer Science at the Graz University of Technology.

Per contattarlo: hmaurer(at)iicm.edu

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

6444
 




 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics