MasterNewMedia Italia
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


20 dicembre 2006

Come Guadagnare Dai Feed RSS

Gli RSS stanno divenendo strumenti sempre più popolari per consegnare i contenuti di un sito ad un'audience online, ma nello stesso tempo non sono così accettati dai publisher abituati a valutare le performance ed a monetizzare un contenuto online sulla base delle pagine viste di un sito.

Questo può essere uno dei motivi che hanno spinto Yahoo a fare un passo indietro nei confronti degli RSS come metodo di distribuzione dei propri contenuti ed a puntare solo sulle proprie pagine web e sul criterio delle pagine viste come fonte di monetizzazione e di acquisto di potenziali inserzionisti.

Ma come Reuteurs ha accettato che Reuters Terminal, lo strumento proprietario di distribuzione che permetteva ai propri utenti di accedere a tutti i dati finanziari forniti da Reuters, non potesse essere l'unico strumento di distribuzione dei contenuti, così tutte le altre aziende devono comprendere quale possa essere il ruolo dell'XML nella distribuzione di informazione via online, mobile ed attraverso molteplici piattaforme.

making_money_RSS_enter_key_id548809_size500.jpg
Photo credit: Nikolai Sorokin

La questione su cui è necessario soffermarsi non sono tanto i feed quanto la capacità di capire quali siano i modi nuovi di guadagnare da un contenuto progettato e consegnato ad un utente che ora sceglie direttamente dove, come e quando fruire di un'informazione rilevante per i propri interessi.

Alcuni professionisti stanno già guadagnando dai feed RSS: di che cosa c'è bisogno affinchè altri possano seguire le loro orme?

Qui alcune considerazioni.

 

john_blossom_feed_on_this.gif

  • I limiti dei siti come fornitori di contenuto

    feeds_limitations.jpg

    Enfatizzare, da parte delle media company, il ruolo delle pagine viste significa non considerare il web come uno strumento di trasmissione delle informazioni in grado di essere filtrato dalle persone secondo i loro bisogni. I siti web sono strumenti importanti per pacchettizzare e fornire contenuti in rete, ma la Nuova Aggregazione afferma che insistere solo sulle visite ad un sito web significa non considerare per intero il comportamento di ricerca e fruizione dell'informazione di un'audience sia nella sfera privata ed in quella di business.



  • E' il momento di un nuovo tipo di metrica

    new_metrics_feeds.jpg

    Come Steve Rubel ha evidenziato in un suo articolo recente, le pagine viste non possono essere l'unica metrica disponibile per valutare il modo in cui una persona interagisce con un contenuto che combina testo, grafica e altre tipi di funzionalità. Una pagina web è più di una semplice pagina web.
    Dal momento che un feed RSS permette ad una nuova generazione di contenuti di aggiungere valore sia ad un computer desktop che ad un dispositivo mobile, i publisher hanno bisogno di capire quali siano le nuove metriche utili ad analizzare le audience direttamente sulle piattaforme da loro utilizzate. Servizi come FeedBurner già forniscono delle performance misurabili per i contenuti di un feed; dipende dai publisher saper trarre vantaggio di questi nuovi strumenti di valutazione e del loro ruolo per i pubblicitari.



  • Non tutti i feed devono essere progettati nello stesso modo

    isolated_red_peg.jpg
    La proliferazione della sindacazione dei contenuti via XML mostra tutte le potenzialità dei feed come strumenti per la distribuzione dei contenuti. I contenuti stanno divenendo sempre più una miscela di informazioni e di servizi proposti mediante "widget" XML. In questo modo gli RSS possono essere consumati da un'audience sulla piattaforma che desidera.

    I feed RSS possono essere gratuiti o supportati dalla pubblicità ma ci sono molte altre potenzialità per i feed premium che vanno oltre i semplici testo, link e grafica.

I feed RSS non rappresentano nè una panacea nè una minaccia per l'online publishing: sono solo una modalità di trasporto dei contenuti che permette ai publishers di ottenere più fonti di monetizzazione dai loro contenuti in modi e forme differenti.



Tratto da un articolo originale di John Blossom intitolato "Feed on This: Publishers Face the Dilemma of Content in Motion" pubblicato il 6 December 2006.

Scopri tutte le informazioni su John Blossom e la sua agenzia di consulenza per le imprese, i media ed il personal publishing Shore Communications Inc. su Shore.com.



Photo credits
Fence stop: Lev Mel
Report Chart: Pei Ling Hoo
Red peg: msv

 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

6574
 

 

Web Analytics