Economia Grassroots: La Cultura Del Do-It-Yourself Entra Nel Mainstream - The Future Of Making
MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


22 agosto 2008

Economia Grassroots: La Cultura Del Do-It-Yourself Entra Nel Mainstream - The Future Of Making

Gli individui più ingegnosi, gli hacker, i cultori amatoriali che sono già professionali e gli autodidatti più appassionati stanno contribuendo a un mutamento che non ha precedenti e che avviene proprio sotto il tuo naso. Le persone che stanno creando i nuovi scenari cambiando il nostro modo di produrre sono in subbuglio. I cambiamenti in corso adesso e nei prossimi anni avranno un profondo impatto sulla tua vita, sul tuo lavoro e sul tuo ambiente domestico.

the-future-of-making-cover-485.jpg

In futuro le cose verranno fatte da persone come te e me. Potremmo anche dire: sta tutto a te. Le persone che daranno luogo a questi nuovi scenari non saranno consumatori passivi ma piuttosto creatori attivi i cui risultati saranno spesso migliori di quelli di tanti esperti accreditati e grandi uomini d'affari.

"Due tendenze future, una principalmente sociale, l'altra soprattutto tecnologica, stanno diventando complementari nel loro modo di trasformare il modo in cui beni, servizi ed esperienze - e tutto il materiale del mondo - saranno progettati, prodotti e distribuiti nel prossimo decennio.

Una nuova cultura emerge dalla filosofia del do-it-yourself di tutti gli sviluppatori che vogliono andare oltre i certificati di garanzia per aumentare le potenzialità dei prodotti che comprano, per disattivarli e personalizzarli. E quello che non possono comprare lo costruiscono da zero."

Nel frattempo cambiano le tecnologie: la produzione non è più centralizzata e massiccia quanto piuttosto personalizzata ad hoc e semplificata. Queste tendenze si sviluppano sulla base di un'economia grassroots, a partire da nuove strutture di mercato che si sviluppano online e che rappresentano il grande passaggio dai normali punti vendita al mondo delle comunità e delle connessioni private.

Tutto questo cambiamento è alimentato da tecnologie di innovazione sociale che ci aiutano a trovare persone affini a cui connetterci per collaborare su quelli che sono i nostri interessi. Infatti c'è molto da imparare, specialmente per l'industria tradizionale, dalla mentalità del do-it-yourself su temi come la collaborazione, la creatività e il libero accesso.

"Eppure la cultura del fare non andrà a rimpiazzare l'industria tradizionale. Nel futuro i produttori di stampo tradizionale e quelli indipendenti saranno strettamente collegati - a volte in cooperazione, a volte in competizione tra loro, ma comunque sfumando spesso la linea di confine tra gli uni e gli altri."

 

the-future-of-making-cover2-485.jpg




The Future Of Making

Due tendenze future, una principalmente sociale, l'altra soprattutto tecnologica, stanno diventando complementari nel loro modo di trasformare il modo in cui beni, servizi ed esperienze - e tutto il materiale del mondo - saranno progettati, prodotti e distribuiti nel prossimo decennio.

Una nuova cultura emerge dalla filosofia del do-it-yourself di tutti gli sviluppatori che vogliono andare oltre i certificati di garanzia per aumentare le potenzialità dei prodotti che comprano, per disattivarli e personalizzarli. E quello che non possono comprare lo costruiscono da zero.

Nel frattempo le tecnologie di produzione flessibile che appaiono all'orizzonte stanno già cambiando la logica delle fabbriche da massiccia e centralizzata a leggera e ad hoc.

Queste tendenze si sviluppano sulla base di un'economica grassroots - da nuove strutture di mercato che si sviluppano online e che rappresentano il grande passaggio dai normali punti vendita al mondo delle comunità e delle connessioni private. Ispirati dagli hacker, dai creatori, dagli artigiani e dai pensatori che sviluppano questa mentalità del fare, abbiamo deciso di analizzare in dettaglio le forze future che stanno dietro a questa trasformazione.

Molti di noi erano già immersi in questa cultura del do-it-yourself, dei codici hacker, dei circuiti a saldatura, del creare nuovi media e perfino aziende di servizi.

Quindi per imparare qualcosa di più ci siamo rivolti alle nostre stesse comunità, abbiamo riunito gli innovatori all'interno di laboratori professionali, perlustrato blog, magazine e presieduto numerose riunioni informali in cui i creatori entravano in contatto tra loro.

E' venuto fuori che do-it-yourself potrebbe essere un termine improprio per un movimento così programmaticamente sociale; do-it-ourselves è un'espressione più adeguata.

La creazione individuale viene amplificata dalle tecnologie sociali che connettono le idee, i design, le tecniche e ovviamente le persone per rivoluzionare il processo di innovazione e di produzione. C'è molto da imparare da questa mentalità del fare in termini di collaborazione, di creatività e di libero accesso. Comunque la cultura del fare non andrà a rimpiazzare l'industria tradizionale.

Nel futuro i produttori di stampo tradizionale e quelli indipendenti saranno strettamente collegati - a volte in cooperazione, a volte in competizione tra loro, ma comunque sfumando spesso la linea di confine tra gli uni e gli altri.

Il successo arriverà quando le due culture saranno intrecciate tra loro in nuovi e interessanti modi. Speriamo che la nostra mappa possa aiutarti ad orientarti tra questi esperimenti quando ti immergi nel "Future of Making".




Implicazioni

the-future-of-making_implications-id3335021_size230.jpg

Che la tua organizzazione si occupi di bit o atomi, di conoscenza o altro ancora, le forze future che abbiamo identificato in questa mappa di "Future of Making" avranno probabilmente un profondo impatto sulla tua vita, sia sul lavoro che a casa.

Al IFTF (Institute For The Future) non facciamo pronostici..

Nessuno è in grado di dirti quello che porterà il futuro. Piuttosto facciamo previsioni, visioni plausibili e coerenti di quello che potrebbe accadere.

Il nostro obiettivo è di far nascere dibattiti che ti aiutino già oggi a prendere le decisioni migliori. Perciò abbiamo identificato in modo provocatorio alcune implicazioni possibili che potrebbero condizionare la tua organizzazione.

Ci sono sicuramente molti altri fattori da prendere in considerazione e speriamo che questa mappa ti ispiri a trovarne di tuoi. Dopo tutto sta proprio a te decidere sul futuro.




Diffondi L'Organizzazione Attraverso i Network

the-future-of-making_network-your-organization_id13051831_size230.jpg

Alcune delle idee migliori a volte provengono da collaboratori che non ti aspetti, compresi quelli così al di fuori delle mura della tua organizzazione che sembrano parlare un diverso linguaggio.

Per avere successo in futuro le organizzazione dovranno rivolgersi a fonti di innovazione sia interne che esterne. Cercare di adottare una prospettiva dall'esterno sulle sfide dell'organizzazione potrebbe richiedere il ripensamento dei processi a lungo termine, dal ciclo del design al budget per la ricerca e lo sviluppo alle strategie di proprietà intellettuale.

Una volta accettata l'idea di un'organizzazione strutturata a network diventa relativamente facile identificarsi e collaborare in network esterni, costituiti da persone fuori dall'ordinario in comunità per la ricerca e lo sviluppo come Instructables, InnoCentive, e NineSigma.




Ricompensa Chi Cerca Una soluzione

the-future-of-making_reward-solution-seekers_id569124_size200.jpg

Molte organizzazioni soffrono di una sindrome da non è stato inventato da noi: significa respingere a priori un'idea solo perché ha avuto origine da qualcun altro.

Gli impiegati spesso sono ricompensati per risolvere un problema ma non per scoprire una soluzione già trovata da qualcun altro e integrarla. Non ha alcun senso reinventare la ruota, a meno naturalmente che non ce ne sia bisogno.

Per esempio, una soluzione già esistente potrebbe essere troppo costosa o in qualche modo inadeguata. E lo stesso processo di reinventare può portare a nuove e preziose informazioni e scoperte: allora vale anche la pena a volte di fallire e ricominciare da zero.

Chi risolve i problemi pensa in profondità, ma chi cerca le soluzioni pensa ad ampio raggio. Una buona organizzazione ricompensa entrambi.




Peccare di Eccesso di Apertura

the-future-of-making_err-on-the-side-openess_id816501_size172.jpg

Con software open-source di solito ci si riferisce a "codice sorgente sotto una licenza (anche derivata, come il dominio pubblico) che permette agli utenti di studiare, modificare e migliorare il software, e di ridistribuirlo nella stessa forma o in una forma differente".

Negli ultimi anni la mentalità open-source è stata applicata anche agli oggetti fisici.

L'hardware open-source può includere diagrammi di circuiti, software a cui gli utenti possono accedere, box che possono essere aperti con un normale cacciavite o qualsiasi altra cosa che invita il possessore ad arrotolarsi le maniche e a guardare sotto al cofano.

Questo tipo di apertura incoraggia le innovazioni da parte degli utenti e l'economia p2p, cioè gli sforzi coordinati di una grande numero di persone creative. Il risultato finale è di solito una migliore trappola per topi (o mouse per computer).

The MAKE: magazine il cui motto è Se non puoi aprirlo, non lo possiedi.

Le organizzazioni di successo adotteranno la cultura dell'open-source in maniera autentica, con vantaggi sia per il prodotto finale che per i clienti.




Impegnarsi Attivamente

the-future-of-making_engage-actively_id402601_size160.jpg

Stanno emergendo tecnologie potenti e nuove per la collaborazione e l'innovazione ma il tempo a nostra disposizione ogni giorno è limitato. Questa crescente richiesta di attenzione che viene rivolta ai creatori dà luogo a una nuova cultura dell'impegno.

I progetti devono fare di più che catturare l'attenzione delle persone creative e capitalizzarla.

All'interno del sistema ci deve essere la possibilità di ricevere feedback, di concentrarsi intensamente e di costruire vere e proprie comunità in modo da creare un ambiente in cui i partecipanti abbiano un legittimo interesse per il progetto.

Le piattaforme per la collaborazione che avranno più successo potranno assomigliare più a dei giochi che a dei seri progetti di ricerca. Per usare termini semplici le migliori forme di innovazione appaiono quando riesci a stimolare la giusta curiosità nei creatori, la loro capacità di socializzare e la loro passione per il processo.




Essere Trasparenti

the-future-of-making_go-trasparent_id267107_size245.jpg

Quando cresce la curiosità e la conoscenza della gente su come vengono fatte le cose ognuno sarà spinto a cercare sempre più informazioni sui prodotti che acquista.

Da dove è stato ricavato il materiale? Quanto le aziende sono in linea con l'ambiente? Il calcolo pervasivo o ubiquitous computing permetterà ai prodotti di comunicarci il proprio stato, la propria posizione e i propri movimenti, raccontandoci la loro storia.

Per le organizzazioni questa nuova realtà di visibilità dei dati sarà particolarmente utile per capire il ciclo di vita dei prodotti.

Ma sia per i clienti che per gli utenti questi dati saranno più informazioni di quelle che tu possa usare quando fai le tue scelte sul mercato.

Il migliore consiglio è di essere trasparenti ad ogni livello. Perché se non lo farai tu, lo farà qualcun altro.




Onore Agli Hacker

the-future-of-making_celebrate-hackers_id101053_size230.jpg

Prima che l'hacking prendesse una connotazione negativa la parola hacker descriveva un individuo particolarmente ingegnoso che spingeva la tecnologia ai suoi limiti estremi, ad esempio programmatori che saltavano fuori con soluzioni creative.

Gli hacker esplorano i confini della tecnologia, facendo funzionare le cose nel modo in cui vogliono loro e costruendo sistemi migliori con un approccio dal basso. Spesso le loro scoperte e i loro trucchi hanno indicato la direzione che la tecnologia avrebbe preso in seguito per tutti noi.

Come minimo i loro sforzi rivelano delle possibilità. Invece di entrare in polemica con gli hacker e di stilare politiche per decidere quello che i tuoi clienti possano fare con i loro prodotti, le organizzazioni farebbero meglio a invitare gli hacker a un tavolo di discussione ricompensandoli per i loro sforzi.

Nessuna parte utile per l'utente all'interno? E chi lo dice?




Mappa di "The Future of Making"

the-future-of-making-side-map-200.gif

Osserva ed esplora questa fantastica mappa scaricando l'intero PDF presso "The Future of Making".

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

9517
 




 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics