MasterNewMedia Italia
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


10 luglio 2009

Condivisione Della Conoscenza: Perché E' Il Futuro Delle Organizzazioni E Cosa Devono Fare I Dirigenti Per Trarne Vantaggio

Dato che il potere si sta spostando dalle organizzazioni strutturate gerarchicamente verso nuove forme di approcci collaborativi, dal basso e di condivisione aperta, cosa devono fare le leadership aziendali per adattarsi a questi cambiamenti senza perdere completamente il controllo del proprio mandato tradizionale?

Knowledge-sharing-power-future-organizations-replicate-wikipedia-id3028131-size350.jpg
Photo credit: Stelian Ion

Le nuove tecnologie mediatiche ci hanno fatto entrare in un ambiente nuovo ed esteso, nel quale le abilità di condivisione, scambio, collaborazione e partecipazione vengono premiate dal sistema stesso. Nelle organizzazioni tradizionali, le forze del controllo gerarchico e della condivisione spontanea dal basso sono arrivate finalmente a combaciare con i comandi principali.

In altre parole, il controllo gerarchico ha incontrato i sistemi aperti e distribuiti di auto-organizzazione. La torre ha incontrato la nuvola. Ma questa non deve essere una scelta tra due opzioni. "Questo dovrebbe essere un futuro di collaborazione testa a testa, dove entrambe le forme continuino ad esistere pacificamente."

La "torre" del controllo gerarchico e la "nuvola" della collaborazione aperta sono due estremi di un nuovo corso nel quale le organizzazioni devono ancora imparare a muoversi in fretta.

Oggi, esistono davvero delle enormi opportunità che attendono quelle organizzazioni che non solo hanno il coraggio di riconoscere questi profondi cambiamenti in divenire, ma che hanno anche la volontà di adottare e integrare questi nuovi sviluppi dentro la propria metodologa di lavoro.

Quelle istituzioni che continuano a resistere a questi cambiamenti vanno incontro ad una serie di problemi crescenti, di tragedie e fallimenti interni che diverranno sempre più evidenti, allo stesso modo in cui questi due approcci evolvono in un contrasto sempre crescente.

Dall'altro lato, la nostra cultura, fuori dalle grandi organizzazioni, si è già convertita verso questa nuova forma, adottando per molti aspetti il potere distribuito delle "nuvole".

"Tutti voi avete le vostre organizzazioni gerarchiche - perché questo è il modo in cui sono sempre state organizzate.

Tutti voi siete già circondati dalle vostre nuvole: organizzazioni comunitarie (sia nel mondo online che nel mondo reale), bacheche, blog e tutti gli altri strumenti del Web costituiscono un supporto per la condivisione di collegamenti, informazioni, potere e conoscenza."

Se la tua organizzazione sta studiando come affrontare nel modo migliore queste questioni strategiche e di controllo del proprio potere, ti suggerisco di riservare uno po' di tempo per immergerti nel fantastico percorso al quale ha dato vita Mark Pesce nel seguente saggio sulla Condivisone del Potere dentro le organizzazioni.

Leggere e rifletterci sopra potrebbe aprire nuove porte per trasformare le organizzazioni e incrementare i potenti cambiamenti già in atto nei loro ranghi interni piuttosto che soccombere tragicamente a dolorose rivoluzioni interne che hanno solo bisogno di più tempo per sbocciare completamente.

La tua organizzazione è pronta ad adattarsi e a trovare la propria strada nell'ottica di questo approccio emergente di condivisione del potere? Se non lo è, ecco qui una storia che potrebbe ispirarti:

 

 

Condividendo il Potere

di Mark Pesce



Questioni di Famiglia

Knowledge-sharing-power-future-organizations-family-affair-id40786801.jpg

Nello stato americano del North Carolina, il New York Times ha raccontato un interessante esperimento che si è svolto dal primo febbraio.

Il call center "Birds and Bees" invita gli adolescenti con qualunque tipo di domanda relativa al sesso e ai suoi misteri a scrivere via SMS le loro domande a un numero di telefono.

Quel numero collega questi adolescenti a un servizio per adulti dell' Adolescent Pregnancy Prevention Campaign. Entro 24 ore, gli adolescenti ricevono risposte alle loro domande.

Le domande erano varie, si andava da domande tipo "Quando una persona non è più vergine?" o a più inconsuete "se fai sesso sott'acqua, c'è bisogno di un preservativo?" fino alla straziante - "Hey, sono incinta e non so come dirlo ai miei genitori. Potete aiutarmi?"

La Birds and Bees Text Line è una risposta alla crescita del numero delle gravidanze degli adolescenti in North Carolina, che ha raggiunto il suo punto più basso nel 2003.

Gli adolescenti - che hanno ricevuto per mandato statale un servizio di educazione sessuale di sola assistenza a scuola - adesso hanno accesso ad un'altra risorsa, non mediata da insegnanti o genitori, per prevenire un'altra generazione di gravidanze nel periodo adolescenziale. Nonostante sia ancora presto per affermarlo, la risposta al programma è stata positiva.

I ragazzi stanno utilizzando la Birds and Bees Text Line, proprio perché la Birds and Bees Text Line non è mediata dal controllo dei genitori e questo ha suscitato l'ira degli esponenti più conservatori del North Carolina.

Bill Brooks, presidente del North Carolina Family Policy Council, un gruppo conservatore, si è lamentato sul Times sulla mancanza di una vera supervisione.

"Se non avessi potuto controllarne l'accesso, avrei voluto disattivare il servizio.

Se il servizio si trovasse su Internet, i genitori potrebbero mettere dei filtri al computer o posizionare il computer in un luogo centrale della casa. Ma i ragazzi possono accedere a questo servizio tramite i loro telefonini, quando sono lontani dai genitori e non possono essere controllati."

Se avessi voluto mettere delle parole in bocca ad un pupazzo, non avrei ottenuto una descrizione così precisa della situazione in cui noi tutti ci troviamo giusto adesso. Giovani e vecchi, ricchi e poveri, liberali e conservatori.

Ci sono alcune questioni dove questo è particolarmente ovvio, com'è il caso della Birds and Bees Text Line, ma questo esempio sottolinea semplicemente il fatto che viviamo in un luogo molto strano, una terra inesplorata verso la quale ci siamo spinti improvvisamente.

I conservatori naturalmente reagiscono con prudenza, cercando di preservare quello per cui hanno lavorato in passato: Bill Brooks parla a nome di una vasta corte di persone che si sentono sempre più smarrite in questo confuso presente.

 





Replicare la Struttura di Wikipedia

Knowledge-sharing-power-future-organizations-replicate-wikipedia-id694092.jpg

Supponiamo, per un attimo, che il conservatorismo fosse in ascesa (sebbene questo chiaramente non sia il caso degli Stati Uniti, potrebbe essere un buon argomento che il Governo Rudd è, in ogni caso, più conservatore del suo precedessore).

Immaginiamo che Bill Brooks e le persone in nome delle quali lui parla riuscissero a chiudere la Birds and Bees Text Line. Che significato avrebbe la sua fine? Avremo fatto ritornare il genio nella lampada? La risposta, senza dubbio, è no.

Chiunque abbia utilizzato o anche semplicemente parlato del Birds and Bees Text Line sarebbe d'accordo con quello che fa e su come lavora. E una volta dimostrato, diventerà più facile da riproporre.

Sarebbe relativamente semplice adottare le stesse funzioni svolte dal Birds and Bees Text Line e creare un servizio "crowdsourcing", ripartire il carico tra un grande numero di volontari che potrebbero, grazie a dei software intelligenti, automatizzare la maggior parte dei lavori connessi alla distribuzione dei messaggi tra tutta la "nuvola" di volontari. Anche se richiederebbe un piccolo ammontare di denaro per crearlo ed avviarlo, quel denaro potrebbe essere messo a disposizione da donatori che considerano l'educazione sessuale per gli adolescenti qualcosa di veramente importante.

In altre parole, lo stesso tipo di motore che anima Wikipedia si potrebbe distribuire lungo un diverso numero di "piattaforme". Il potere della condivisone permette agli individui di riunirsi in grandi "nuvole" di attività e gli consente di focalizzare la propria attività attorno a dei compiti precisi.

Potrebbe funzionare come un'enciclopedia o potrebbe fornire agli adolescenti informazioni sulla sessualità affidabili e libere dal giudizio. La forma di questo non conta: ciò che conta è quello che sta succedendo, intorno a noi, ovunque nel mondo.

La nuvola, questa nuova cosa, questo è quello di cui Bill Brooks ha davvero paura, perché è, letteralmente, "fuori controllo". Perché questo ha origine al di fuori della condizione umana di "iper-connessione". Noi siamo collegati molto meglio rispetto a dieci anni fa e questi collegamenti generano nuove capacità. La prima di queste capacità è quella di mettersi insieme e condividere conoscenza - o "iper-intelligenza".

Pensa: ogni lettore di Wikipedia è potenzialmente piccolo quanto la più piccola persona che ha scritto un articolo su Wikipedia. Wikipedia ha effettivamente bandito l'ignoranza per quanti vogliono davvero conoscere. La Birds and Bees Text Line è un'altra forma di iper-intelligenza, che mette in contatto adulti esperti con adolescenti che hanno bisogno di quelle conoscenze.

Iper-connettività significa anche che possiamo guardarci con attenzione l'uno con l'altro e imparare dai comportamenti di ognuno alla velocità della luce. Questa nuova capacità, la - "iper-mimesi" - fa si che nuovi comportamenti, come quelli promossi dalla Birds and Bees Text Line, possano essere visti e copiati molto rapidamente. Infine, iper-mimesi significa che le comunità di interesse possono formare comportamenti particolari, "nuvole" di potenziale.

Queste comunità spaziano dal mondano al segreto e sono sempre online. Ma solo recentemente hanno scoperto che possono tradurre le loro comunità in qualcosa di fattivo, mettendo l'iper-intelligenza al servizio del bene della comunità.

Questa è la metodologia delle Campagne di Prevenzione. Questa è la metodologia di Wikipedia. Questa è la metodologia di Wikileaks, che cerca di fornire un posto sicuro per gli informatori che desiderano condividere i beni a coloro che cercano di truffare, censurare o reprimere. Questa è la metodologia dei gruppi anonimi, che cercano di presentare Scientology come un culto ridicolo.

Quanti esempi ancora dovremo elencare prima di ammettere che le regole sono cambiate, che il buon funzionamento del potere è stato tremendamente interrotto da queste altre forze, ora potenti?

 





Problemi di Stato

Knowledge-sharing-power-future-organizations-affair-state-id31505191.jpg

Non aspettarti una rivoluzione. Non vedremo masse di persone iper-connesse che assaltano il Palazzo d'Inverno del potere. Questa non è una rivolta proletaria. E', invece, qualcosa di molto più delicato e complesso.

L'intera natura del potere è cambiata, come la portata del potere. Il potere si è sempre manifestato con "la cultura dell'onniscienza" - per cui, quelli al top della gerarchia devono avere una conoscenza completa di tutto ciò che di importante si verifica sotto il loro controllo. Quando smettono di abbracciare la conoscenza, ecco che si diffonderanno colpi di stato, rivoluzioni a palazzo e rivolte popolari.

Questo nuovo potere che scorre dalla nuvola dell'iper-connessione comporta un impegno diverso, "l'impegno della connessione". Per mantenere la nube e la nostra presenza all'interno di essa, noi ne siamo obbligati.

Dobbiamo mantenere ogni relazione sociale, ogni rete di informazioni, ogni rete di conoscenza e ogni relazione di mimesi con la nuvola. Senza questa attività costante, la nuvola si dirada, dissolvendosi nel nulla.

Questo non è un fenomeno particolarmente nuovo; i numeri di Dunbar dimostrano che siamo obbligati verso "la tribù" dei nostri pari, le 150 persone circa che possono trovare un posto nella nostra testa. Nell'era pre-civilizzata, la nuvola era la tribù.

Se i membri della tribù interrompessero il costante rafforzamento della loro integrazione sociale, informazione, conoscenza e le relazioni mimetiche, la tribù si scioglierebbe e si disperderebbe - come accade a una tribù che cresce oltre i confini del Numero di Dunbar.

In questa epoca iper-connessa, possiamo scegliere quale dei nostri collegamenti umani meritano di essere rinforzati e le linee di quel rafforzamento formano la portata del nostro potere.


Studi sugli adolescenti giapponesi che usano il telefonino
e che stanno su Facebook hanno dimostrato che, il più delle volte, l'attività è diretta verso un piccolo gruppo di compagni, sei o o forse sette. Questa "co-presenza" è probabilmente l'eco di un comportamento antico, presumibilmente legato all'unità familiare.

Mentre potremo ampliare il nostro potere e le nostre capacità attraverso i nostri network di iper-connessioni, il costo associato a tali investimenti non è molto elevato.

Il tempo speso in una nuvola lontana è lo stesso tempo perso nei network vicini a casa. Tuttavia gli individui non si sono ancora dedicati a qualche causa più grande di loro stessi, nonostante l'alto prezzo pagato, per attirare un ideale più grande.

 





L'Esempio Della Campagna di Obama

Knowledge-sharing-power-future-organizations-obama-campaign-62583937_9337d72430.jpg

La campagna di Obama è un interessante esempio del valore della connettività.

Nel corso delle primarie democratiche dello stato di New York (che Hilary Clinton si aspettava di vincere con facilità), così tante persone si sono messe in contatto con la campagna attraverso il suo sito web che la campagna stessa si è sovraccaricata rispetto al numero di persone che si aspettava di poter mantenere. Il giorno dell'elezione, lo staff della campagna a New York si è ritirato dal Web, tornando ad usare il telefono cellulare.

Hanno abbandonato la "nuvola" dei collegamenti che avevano coltivato grazie al Web, invece di focalizzare la loro connettività sul vecchio modello delle sei-sette persone secondo il collegamento della co-presenza. L'enorme nuvola di potere che avrebbero potuto mettere all'opera giace in letargo, non organizzata, auto-referenzialmente rivolta solo a se stessa attraverso il sito web di Obama, ma di fatto scollegata dalla campagna di Obama.

Per ognuno di noi, la connettività ha un prezzo elevato. Per ogni organizzazione che vuole sfruttare l'iper-connettività il prezzo è anche maggiore.

Fatte salve alcune eccezioni, le organizzazioni sono strutturate lungo linee gerarchiche. Il potere discende dal livello più alto. Questo non solo crea il "peso dell'onniscienza" ai livelli alti dell'organizzazione, ma fondamentalmente divide i flussi di potere nella nuvola.

Quando la gerarchia entra in contatto con una nuvola energica, la "scarica" della nuvola sulla gerarchia può completamente sovraccaricare la gerarchia. Questo è il potere della iper-connettività.

Un altro esempio della campagna di Obama dimostra questo potere. Il Progetto Houdini è stato proposto dalla campagna di Obama come un sistema che avrebbe dovuto prendere la base della campagna per incanalare i risultati dei loro GOTV dentro un database centralizzato, che si sarebbe potuto usare per rintracciare persone che non avevano votato, per offrirgli assistenza per ottenere la propria tessera elettorale.

La campagna di base è stata formata nel progetto Progetto Houdini, attraverso un test del software e delle procedure, aspettando il giorno delle elezioni.

Il giorno delle elezioni, il Progetto Houdini è durato non più di 15 minuti prima di crollare sotto l'incredibile numero di individui che hanno cercare di inserire i propri dati nel Progetto Houdini. Nonostante abbia impiegato mesi di lavoro, il Progetto Houdini ha dimostrato che un sistema gerarchico e centralizzato di gestione della campagna non è riuscito a sostenere la "nuvola" degli organizzatori di base.

Nel 21° secolo abbiamo due opposti metodi di organizzazione: quella gerarchica e quella a nuvola, ognuna delle quali ha i propri costi e i propri vantaggi. Nessuna ha ancora dimostrato di essere migliore rispetto all'altra.

Si potrebbe dire che entrambe hanno il proprio ruolo nel futuro e che si perderà molto tempo per capire quale funziona meglio in una data situazione. Quello che sappiamo già è che questi tipi di organizzazioni sono per lo più incompatibili: a meno che non vengano fatte specifiche modifiche, la nuvola sopraffà la gerarchia e la gerarchia dissipa la nuvola. Abbiamo bisogno di pensare a delle interfacce che sia in grado di mettere in contatto le une con le altre.

Questo è il campo in cui tutte le organizzazioni - e in particolare, le organizzazioni no-profit - dovrebbero lavorare negli anni a venire. Imparare come convogliare il potere della nuvola farà la differenza tra un successo modesto ed uno travolgente. Tuttavia, lavorare con la nuvola presenterà sfide organizzative senza precedenti. Non c'è modo di far lavorare una gerarchia con la nuvola senza che la gerarchia venga modificata dall'esperienza.

 





Questioni di Cuore

Knowledge-sharing-power-future-organizations-affair-de-coure-id860289.jpg

Tutte le organizzazioni si stanno confrontando con due metodologie completamente diverse di organizzazione delle proprie attività: la torre e la nuvola.

  • La torre cerca di organizzare ogni cosa in gerarchie, flussi per il controllo delle informazioni, cercando di mantenere la testa del potere al livello più elevato.
  • La nuvola non è organizzata formalmente, mette insieme le sue risorse di informazione e non ha un centro di potere. Malgrado le sue ovvie debolezze, la nuvola può trasformare se stessa in un potere formidabile, capace di sopraffare la torre. Per spingere la metafora un po' oltre, la nuvola può diventare una tempesta.

Come accade tutto questo? Cosa è che trasforma una nuvola in una tempesta? Jimmy Wales ha detto che il successo di qualunque variante di Wikipedia dipende dagli sforzi che gli individui gli dedicano.

Dopo aver visto cinque persone lavoravare duramente in Pashtun, in Khazako e in Xhosa, ha capito che l'edizione di Wikipedia sarebbe stata un successo.

In altre parole, cinque persone devono prendere l'iniziativa, guidando tutti gli altri nella nuvola con la loro dedizione, con il loro altruismo e la loro apertura. Questo numero vale probabilmente per nuvole di qualunque tipo - trova cinque persone davvero impegnate e vedrai la nuvola trasformarsi in una tempesta.

Alla fine della trasformazione non ci sarà più nessuna gerarchia. Ci saranno, invece, cerchi concentrici di individui impegnati. Nel cerchio centrale, quelle cinque o più persone impegnate; nel cerchio successivo ci sono più persone che lavorano con i primi cinque secondo la loro disponibilità di tempo e opportunità; e così via, verso l'esterno, a livelli decrescenti di impegno, fino ad arrivare a coloro che semplicemente contribuiscono aggiungendo una parola o una correzione grammaticale, senza che abbiano un vero collegamento con i cinque del cerchio centrale, se non per quanto riguarda la comunanza degli obiettivi.

 





Il Modello a Nuvola

Knowledge-sharing-power-future-organizations-cloud-id41235631.jpg

Questo è il modello di Wikipedia, di Wikileaks, e dei gruppi anonimi. Questo è il modello a nuvola, pienamente attuato, come una tempesta. A questo punto la tempesta può sfidare qualunque torre.

Ma la tempesta non deve avere intoppi sulla propria strada; presentare una sfida a una torre significa invitare tutta la presentazione del proprio potere che è molto rude, molto fisico e potenzialmente mortale. I Wikipedian che lavorano alla versione in Farsi dell'enciclopedia sono stati arrestati e perseguiti dai guardiani della rivoluzione e dalla polizia religiosa.

Solo qualche settimana fa, dopo che i contenuti della lista nera di Internet del governo Australiano sono stati pubblicati su Wikileaks, il governo tedesco ha fatto irruzione a casa dell'uomo che possiede il dominio di Wikileaks in Germany. La torre continua a controllare la maggior parte degli apparati nel mondo e questo potere può essere utilizzato per respingere tutti i concorrenti potenziali.

Ma cosa accade quando provi a respingere una nuvola? In effetti, non accade nulla. Wikipedia non ha una testa da tagliare. Jimmy Wales è davvero un leader e una faccia per la stampa, ma la sua presenza non è strettamente necessaria.

Ci sono più di 2000 Wikipedian che si occupano giornalmente di far funzionare Wikipedia. Bloccarli tutti, se anche possibile, servirebbe soltanto ad incoraggiare nuovi sviluppi nella nuvola, dato che altre persone andrebbero a prendere il loro posto.

Per di più, ogni tentativo di distruggere la nuvola non fa altro che renderla più elastica. Questo è stato dimostrato in maniera definitiva dall'evoluzione delle "darknet", network privati di condivisione dei file, che hanno dato vita ai network legali e ampiamente diffusi di file-sharing come Napster, che furono distrutti dai proprietari dei diritti.

Attaccare la nuvola semplicemente migliora la rete stessa della nuvola, rende i leader ancor più impegnati e incrementa la quantità di informazioni e conoscenze condivise tra i membri della nuvola. Provare a disperdere una tempesta semplicemente la intensifica.

Queste non sono vane speculazioni; la torre cercherà di contenere la tempesta con tutti i mezzi necessari. Il 21° secolo assomiglierà sempre più ad una serie di scontri tra torri e tempeste. Ogni volta che la tempesta emerge trionfante, la torre diventerà più radicale e determinata nel suo sforzo di disperdere la tempesta, con il solo risultato di dare più energia e intensità alla tempesta. Questa non è una partita che la torre può vincere combattendo. Soltanto aprendosi e adeguando se stessa alla struttura della nuvola, la torre può trovare il modo di sopravvivere.

Infine, cosa è la leadership nella nuvola? Non è come la leadership della torre. Non è una posizione definita dal potere, ma l'autorità te la conferiscono gli altri e il significato primario di "essere guida di". L'autorità nella nuvola è definita dall'impegno o, per usare un linguaggio ancora più preciso, dall'amore. L'amore è quello che tiene unita la nuvola.

Le persone sono attratte dalla nuvola perché amano lo scopo che anima la nuvola. La nuvola è davvero una questione di cuore e saranno proprio le questioni di cuore il motore dell'economia, della politica e delle comunità del 21° secolo.

Il pensatore Clay Shirky ha dichiarato: "Internet è il miglior modo per fermare le cose e per farle ripartire". Io penso che non si sia espresso bene: Internet è davvero un ottimo strumento per iniziare cose che fermano altre cose. Ma è soprattutto un buono strumento per iniziare cose.

Passare da una nuvola amorfa e in potenza ad una tempesta efficace richiede l'amore di sole cinque persone. Questo non è chiedere troppo. Se non riesci a trovare così poche persone che amano la tua causa, potrebbe non valer la pena di continuare.

 





Come le Organizzazioni Possono Abbracciare la Nuvola

Knowledge-sharing-power-future-organizations-embrace-cloud-id6321561.jpg

Tutte le organizzazioni del 21° secolo devono riconoscere ed adattarsi al potere della nuvola.

O sarà così, o si andrà incontro alla morte o a migliaia di ferite, la lenta decadenza delle forme di potere delle organizzazioni strutturate gerarchicamente verso nuove forma organizzative pronte a sostituirle. Ma non sarà così. Non ci sarà una alternativa o una scelta. Potrebbe essere il futuro delle alternative, dove entrambe le forme continueranno a coesistere pacificamente. Ma questo avverrà solo se le gerarchie riconosceranno il potere della nuvola.

Questo vi interessa. Tutti voi avete le vostre organizzazioni gerarchiche - perché è in questo modo che le organizzazioni hanno funzionato per anni. Tutti voi siete già circondati dalle vostre nuvole: organizzazioni comuni (sia nel mondo reale che nel mondo online), bulletin board, blog e tutti gli altri supporti del Web 2.0 per condividere collegamenti, informazioni, conoscenza e potere.

Siete già stati investiti dalle nuvole, che lo abbiate capito o no. E questo è altrettanto vero per la gente per cui lavori, i tuoi clienti, i tuoi utenti e i gruppi di interesse. E' semplice: non puoi ignorare la nuvola.




Come dovrebbero procedere le organizzazioni?




1) Non Devono Farsi Spaventare Dalla Nuvola

Potrebbe passare un po' di tempo prima che arrivi ad amare la nuvola, o a crederci, ma dovresti almeno spostarti in uno spazio in cui non sei spaventato come a un collegio elettorale che utilizza la nuvola per dare la propria autorizzazione.

Reagire con paura ti porterà soltanto verso una corsa agli armamenti, una escalation in cui la tua gerarchia cercherà di contenere la nuvola, mentre la nuvola - che è più rapida, più snella e agile di quanto tu non sia mai riuscito ad essere - ti batterà in astuzia, ancora e ancora.

 


2) Fare le Cose Insieme

Se potessi cambiare la tua organizzazione in modo tale che assomigli di più ad una nuvola, arriverai a lavorare come una nuvola in un tempo più breve. Ecco perché a causa della "disciplina della comunicazione", soltanto un piccolo gruppo di persone sono autorizzate a parlare a nome dell'organizzazione.

Adesso, grazie alla crescita esponenziale dei collegamenti e delle tecnologie del Web 2.0, tutti nella tua tua organizzazione hanno maggiori opportunità di parlare a nome della tua organizzazione più di quanto ne abbiano mai avute.

Puoi allentare il controllo sulle regole di comunicazione, da qualunque punto di contatto? Certo, questo sembra pericoloso e, certamente, ci potrebbero essere dei risvolti pericolosi, ma la nuvola vuole parlare in modo autentico e l'autenticità è fatta dal concorso di molte voci, non da un solo tono monolitico.

 



3) Siamo Tutti Coinvolti in un Processo di Crescita

La nuvola dell'anno scorso non è uguale alla nuvola del prossimo anno. Le risposte che ti soddisfacevano un anno fa non sono le stesse che ti soddisferanno l'anno venturo.

Ci stiamo dirigendo molto rapidamente verso una forma alternativa di organizzazione sociale che soltanto adesso sta iniziando ad estendere le proprie ali e a dimostrare il proprio valore. Gli inizi sono sempre momenti delicati.

Il futuro prenderà la forma delle azioni che compiamo nel presente. Questo significa che ci sono enormi possibilità di estendere le capacità delle organizzazioni attuali, semplicemente sfruttando i cambiamenti in atto. Questo vuol dire anche che le tragedie stanno attendono coloro che si oppongono al corso del tempo, in maniera unilaterale.

La nostra cultura ha già voltato pagina e fatto il passaggio alla nuvola. Rimane da vedere quali delle nostre organizzazioni riusciranno ad adattarsi e a trovare la loro strategia per condividere il potere.








Informazioni sull'autore

Mark_pesce_thumbnail.jpg

Mark Pesce è un professore, consulente e scrittore di Sydney. La sua agenzia di consulenza, FutureSt, consiglia società di informazione nelle strategie di pubblicazione e messa in onda per andare avanti in un mercato dei media sempre più simile e frammentato.




Photo credit:
Questioni di Famiglia - TatyanaGI
eplicare la Struttura di Wikipedia - Andres Rodriguez
Problemi di Stato - Irina Tischenko
L'Esempio Della Campagna di Obama - Peter Howe
Questioni di Cuore - Lars Christensen
Il Modello a Nuvola - Nikolai Sorokin
Come le Organizzazioni Possono Abbracciare la Nuvola - Kyle Smith

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

15063
 




 

Web Analytics