MasterNewMedia Italia
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


13 novembre 2009

Il Futuro Della Musica: Video Intervista Con Gerd Leonhard

Qual è il futuro della musica? Un rapporto recente citato dal RIIA, dice che "la pirateria musicale a livello globale provoca ogni anno perdite economiche di 12,5 miliardi di dollari". Il mondo del business musicale come può cambiare per sopravvivere?

future_of_music_gerd_leonhard_size400.jpg
Photo credit: Robin Good

Nel futuro della musica non ci saranno CD o MP3. La musica sul Web sarà libera e acquistata nello stesso modo in cui la senti alla radio o in televisione. Non paghi un prezzo extra per la musica che ascolti all'interno del tuo programma TV preferito, giusto? Il futurologo dei media Gerd Leonhard definisce questo concetto "la musica come l'acqua".

In che modo la musica può essere come l'acqua?

I provider offriranno la musica come un piccolo bonus compreso nel prezzo. Può essere la tariffa del tuo hosting provider, del tuo account email, o anche parte del tuo abbonamento telefonico, ma in ogni caso avrai accesso ad una quantità illimitata di musica senza nemmeno accorgertene.

"Dovrebbe esserci per me una fornitura da pagare insieme all'ADSL o all'abbonamento del cellulare. [...] Nella maggior parte dei contesti, questo sarebbe pagato dalla pubblicità così [la musica] sarebbe sovvenzionata [...] un po' come avviene adesso per il BlackBerry.."

Consentire alle persone di ottenere un accesso alla musica sul Web "libero, senza restrizioni e senza limiti", può anche diminuire la pirateria musicale. Copiare e condividere musica illegalmente non ha più senso quando puoi ascoltarla a piacimento senza dover pagare ogni singola canzone.

In questa video intervista realizzata da Robin Good, Gerd Leonhard spiega perché il "modello di business su cui si basa la musica è completamente superato" e condivide questa visione eccitante sul futuro della musica.

 

 

Il Futuro Della Musica - Gerd Leonhard


Durata: 2' 10''



Trascrizione integrale del video



Gerd Leonhard: nella mia visione sul futuro della musica...La buona notizia è che naturalmente tutti vogliono ascoltare sempre più musica e di continuo.

Ci sono più persone che ascoltano musica sul web, così come sono in aumento quelli che la ascoltano alla radio o in televisione. C'è un vero e proprio boom di interesse verso la musica.

La cattiva notizia è legata naturalmente al modello di business della musica, che è totalmente sorpassato e che si basava sulla vendita di copie.

Ora ci stiamo spostando verso un modello in cui vendiamo prima l'accesso e quindi le copie. Si tratta di un modello di servizio. La musica come un servizio, la musica, come mi piace dire: "come l'acqua".

Se vai su musiclikewater.com puoi vedere quello che ho scritto sull'argomento.

Sostanzialmente questo è un modello che sostiene che la musica dovrebbe essere inclusa nell'accesso ad un network, come avviene ora per la musica alla radio. Noi non paghiamo la musica quando ascoltiamo la radio e, ovviamente, la televisione.

Similmente, la musica dovrebbe essere compresa quando accedo al Web. Dovrebbe essere compresa la possibilità di ascoltare musica nell'abbonamento per l'ADSL o per il cellulare. Io direi che nella maggior parte dei casi, nella maggior parte dei contesti, verrebbe pagata dalla pubblicità, in questo modo sarebbe sovvenzionata o tramite abbonamenti a forfait, come avviene attualmente per il BlackBerry.

Possiamo vedere come i primi due modelli sulla musica online si stiano già evolvendo in:

Questi modelli sono molto sensati, perché nel futuro della musica vedo fondamentalmente un accesso libero, illimitato e senza restrizioni basato sul revenue sharing, in modo che noi ci allontaniamo dalla mentalità di avere un certo formato di file o un certo prezzo o un certo tipo di distribuzione e possiamo così aprire l'ecosistema.

Credo che questo sia vero in generale per il futuro di tutti i media: stiamo andando verso una piattaforma aperta, una piattaforma basata sulle connessioni, una piattaforma basata sul revenue sharing. Fondamentalmente un ecosistema per fare circolare il denaro piuttosto che dei monopoli che lo gestiscono direttamente, che è quello che abbiamo avuto finora.

 




La Sfida Per i Musicisti Indipendenti - Gerd Leonhard


Durata 1' 50"



Gerd Leonhard: Internet presenta un aspetto positivo ed uno negativo per i musicisti indipendenti.

Il lato buono è che noi tutti possiamo utilizzare strumenti che finora erano disponibili solo per i professionisti o per quelli appoggiati dalle maggiori etichette discografiche.

Per esempio:

Dieci anni fa strumenti come questi erano disponibili solo per professionisti, agenzie di pubbliche relazioni, registi e così via.

Adesso questi mezzi sono largamente diffusi:

Questo è l'aspetto positivo.

La cattiva notizia è che a causa della larga disponibilità di questi strumenti, divenuti alla portata di tutti, il rumore è semplicemente pazzesco. Non è questa in realtà la cattiva notizia. La cattiva notizia è che devi aprirti un varco attraverso il rumore.

La sfida per il musicista indipendente o per l'etichetta indipendente è quella di attirare l'attenzione. Ottenere l'attenzione delle persone, perché quando ottieni attenzione, se vuoi puoi trasformarla in denaro.

Senza attenzione non ci sono soldi.

La sfida è - e questo sarebbe il mio consiglio per i musicisti - cerca di attirare la maggior attenzione possibile sul tuo lavoro di alta qualità.

Questa è l'altro aspetto veramente duro del Web: se non sei davvero bravo, nessuno ti presterà attenzione. Non puoi mentire nel Web, e penso che questa sia una cosa positiva, ma qualcuno è convinto del contrario.

Non puoi far finta di essere bravo se non lo sei davvero, perché sul Web vieni scoperto. Questo è vero per i blogger, per chi scrive, per chi realizza video. E' un sistema molto Darwinistico.

Per i musicisti, dando per scontato che tu sia bravo, il mio consiglio è questo:

  • Cerca di attirare maggior attenzione possibile per ogni cosa che fai,
  • Pubblica ogni cosa,
  • Crea un pubblico, e poi
  • Comincia a convertire il pubblico e l'attenzione che ricevi in qualche modello di monetizzazione.




Informazioni su Gerd Leonhard

gerd_leonhard_music-2-0-media_futurist_size115.jpg

Gerd Leonhard è un futurologo dei media oltreché autore e scrittore, imprenditore del settore Internet e media, consulente e relatore di conferenze. Se vuoi farti un'idea più approfondita del suo lavoro, puoi visitare il blog di Gerd MediaFuturist o il suo canale su YouTube.

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

15433
 



 

Risorse Consigliate

 

 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics