MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


29 dicembre 2005

Alternative Open-Source Al Sistema Operativo E Alle Applicazioni Microsoft : Recensione Del Libro "Just Say No To Microsoft"

Se stai cercando delle ragioni, delle informazioni e fatti che supportino l'uso di un altro sistema operativo e di applicazioni alternative al set Microsoft, questo nuovo libro di Tony Bove può fornirti delle informazioni davvero utili.

Just_say_no_to_Microsot_book_cover_350.jpg

Le istituzioni accademiche ed educative e i governi, sempre di più, in molte parti del mondo, hanno iniziato ad adottare o a considerare seriamente sistemi operativi alternativi e applicazioni come soluzioni ai costi IT sempre crescenti riguardo al mantenimento e al supporto tecnico generato dall'uso standard di prodotti e applicazioni Microsoft.

E mentre non posso negare che l'uso e l'adozione di alternative a Microsoft è generalmente percepito come un passo indietro dalla media degli utenti non tecnici, tipicamente preoccupati a questioni come l'interoperabilità, l'abilità di scambiare file, e la scelta di software limitata, riconosco che queste alternative possono fornire una maggiore sicurezza ed affidabilità, un maggior supporto per gli open-standard e soprattutto per le medie-grandi organizzazioni, un grande rispamio finanziario riguardo ai costi e all'upgrade dei software.

Personalmente, preferirei un mercato con maggiori sistemi operativi provvisti di un numero elevato di utenti in grado di fornire una piena interoperabilità e supporto. Penso che un tale scenario possa creare una competizione più salutare per il mercato.

Ma la questione non è così semplice e chiara come i due schieramenti opposti vorrebbero farci credere, ed è necessario un approccio che faccia chiarezza su tutto quello che è stato già discusso approfonditamente da altri.

Uno dei punti di vista più di valore è quello espresso da Tony Bove nel suo nuovo libro che copre tutte le possibili alternative al sistema operativo Microsoft. Ben Rothke, consulente senior per la sicurezza IT , e autore di Computer Security 20 Things Every Employee Should Know, fa una eccellente recensione neutrale di questo nuovo libro. Eccola qui:

 

Microsoft_Money_e.jpg
Photo credit: (c) Microsoft

"Inserisci in un computer odierno un set base di applicazioni software, e ci sarà di fatto una tassa Microsoft su quel computer.

Aggiundi $100 per il sistema operativo Windows XP e $350 per Microsoft Office ed avrai un significativo esborso iniziale.

Se una persona volesse usare un sistema operativo open-source ed un set di applicazioni office open-source, il risparmio sarebbe molto elevato.

Ecco perchè l'opzione open-source è finanziariamente ottima sia per il consumatore che per le organizzazioni che hanno migliaia di computer e perchè l'open source sia una minaccia per compagnie come Microsoft.

Risparmiare senza avere problemi tecnici è lo scenario vincente.



Basta dire No a Microsoft: Come affossare Microsoft e Perchè non è così forte come tu pensi sembra un libro valido per aiutare i consumatori e le corporazioni a distaccarsi dalla tasse Microsoft.

Sfortunatamente, il libro passa troppo tempo a parlar male di Microsoft e Bill Gates.

Le tesi principali espresse nel libro sono che Microsoft ha avuto un atteggiamento troppo predatorio e che Bill Gates non è un genio come sembra.

Microsoft_Bill_Gates_having_ideas_on_sofa_350.jpg
Photo credit: (c) Microsoft

Le tattiche di business di Microsoft non sono esenti da errori etici, ma deve essere notato che Microsoft è semplicemente una delle compagnie che ha usato la sua grandezza per annullare la competizione. Microsoft non è la sola e si unisce a compagnie come American Airlines, Ford, General Motors, Wal-Mart che hanno cominciato da tempo delle campagne buone per i propri azionisti ma non per la competizione.

Bove ha ragione quando dice che le pratiche Microsoft con il passare degli anni hanno scoraggiato l'innovazione e la competizione.

Ma ancora, questo è vero anche per Ford, GM e molte altre. L'innovazioni di Ford e GM per esempio sono state molto superficiali, senza nessun miglioramento significativo in questioni cruciali come la distanza percorsa in miglia con il gas e molte altre.

Due delle compagnie che Microsoft è stata accusata di distruggere sono Novell e WordPerfect. Tuttavia molta della colpa per la scomparsa di queste compagnie può essere additata ad una mancanza di strategia di marketing per i loro prodotti e alla loro incapacità di competere con Microsoft.

Questo non significa che Microsoft sia senza colpe, ma anche Novell e WordPerfect non hanno sfruttato al meglio le loro opportunità di sfidare Microsoft.

Al di là dello stile e del tono anti-Microsoft che pervade tutto il libro, "Just Say No to Microsoft: How to Ditch Microsoft and Why It's Not as Hard as You Think" fornisce un buon punto du partenza per coloro che sono alla ricerca di un'alternativa meno costosa ai prodotti Microsoft.

Il capitolo 1 inizia con una descrizione della storia di Microsoft e di come sia cresciuta fino a divenire la più grande compagnia software del mondo.

Nel Capitolo 2, "Tutto quello di cui hai bisogno è un Mac", Bove afferma che la via più veloce per liberarsi di Microsoft è acquistare un Macintosh. Mentre un Mac non è necessariamente meno costoso, sicuramente è più affidabile contro gli attacchi. In aggiunta, la paura per malware come virus e spyware sono minori in un Mac.

Il Capitolo 3 riguarda quello che preoccupa più Microsoft - Linux. Bove nota che grandi compagnie con migliaia di utenti finali hanno scoperto il vantaggio di migrare a Linux.

Il Capitolo 4 e 5 si occupa di Microsoft Word e Excel. I documenti Word sono diventati di fatto lo standard per lo scambio di documenti e sono uno dei motivi che ha spinto molti a rimanere con Microsoft Word.

Excel ha un potere simile per quanto riguardo gli spreadsheet.

La maggior parte delle persone pensa che la sola alternativa a Word sia WordPerfect e semplicemente non conosce OpenOffice Writer e Calc o altre alternative open source. I due capitoli mostrano come sia efficace collaborare su documenti senza dover usare Word.

Mentre il libro non mostra tutte le alternative open source ai prodotti Microsoft, il sito di Bove ha una lista comprensiva di alternative open-source ai prodotti Windows.

Il capitolo 4 si conclude con uno sguardo ai problemi tecnici e pratici riguardo PowerPoint. Bove nota che Powerpoint ha il potere di trasformare ottimi oratori in zombie che si limitano ad elencare punto per punto le slide. Non è chiaro tuttavia come Impress, l'alterativa open source, migliori questo stato di cose.

I capitoli successivi si occupano di Outlook, l'applicazione che ha permesso di lanciare virus e worms senza fine. Sono discusse questioni come il ciclo infinito delle patch Microsoft.

Il Capitolo 10 fornisce un programma a dieci passi (ispirato da Alcoholics Anonymous 12-step program) per liberare il lettore da Microsoft. Nonostante i passi siano brevi ed efficaci, sarebbe meglio avere maggiori dettagli tecnici su come operare questo passaggio.

Per una persona che ha migliaia di documenti e file in vari formati Microsoft, non è così semplice copiarli tutti in una penna USB e passare all'Open Source.

Il libro è diviso in quattro parti intervallate da cartoni molto divertenti.

Ned Ludd disse che la macchina era un nemico, e Tony Bove pensa la stessa cosa di Microsoft.

Per avere una prova, controlla la sua campagna per fermare la diffusione di documenti Word.

Il solo aspetto negativo del libro è che sono presenti troppe storie negative riguardo le pratiche predatorie di Microsoft; troppe per un libro che dovrebbe essere più tecnico-pratico che politico.

"Just Say No to Microsoft: How to Ditch Microsoft and Why It's Not as Hard as You Think" aprirà gli occhi di coloro che sono alla ricerca di soluzioni open-source meno costose, più sicure e robuste."



Just Say No to Microsoft: How to Ditch Microsoft and Why It's Not as Hard as You Think
di Tony Bove - No Starch Press

Recensione del libro da parte di Ben Rothke.
Mr Rothke è consulente senior per le problematiche di sicurezza di ThruPoint, provider leader nei servizi di consulenza. A ThruPoint si occupa di risk management, regolazioni, governo della sicurezza strategica, security policies, tecnologia e operazioni di sicurezza. Mr Rothke è l'autore di Computer Security 20 Things Every Employee Should Know, un libro tecnico disponibile in molte lingue. Mr Rothke scrive recenioni su libri tecnici e inoltre scrive circa 8-10 articoli all'anno che riguardano l'information security, la privacy, il management ed altre questioni. Qui c'è una lista di articoli.


Maggiori recensioni sul libro possono essere trovate a questo indirizzo

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

4806
 



 

Risorse Consigliate

 

 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics