MasterNewMedia Italia
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


29 settembre 2005

Come Guadagnare Su Internet : Gli Archivi Dei Blog Per Fare Soldi Online

Ci sono modi per guadagnare online usando servizi come Google AdSense,
ma i post di un blog, quanto possono continuare a guadagnare dopo la loro pubblicazione ?

Tristan Louis di TNL.net ha dettagliato precisamente quanto gli archivi dei blog possono continuare ad essere una fonte di reddito costante nel tempo.
Questo dipende da quanto le persone possono trovare le tue pagine all'interno dei motori di ricerca.

I Blogger possono guadagnare a lungo termine se includono i giusti titoli e termini nei loro articoli e permettono una più ottimale indicizzazione da parte dei motori di ricerca; il che si traduce in una piccola ma costante somma ogni giorno fornita dagli advertiser.

file_overload_by_brainloc.jpg

Photo credit:Bob Smith

Questo può essere utile sia ad un blogger che ad un giornalista affermato. Chi scrive viene pagato per il proprio lavoro una sola volta, ma se posta le proprie storie online, può continuare a guadagnare in rapporto a quante volte quella pagina viene vista.

Non tutti gli articoli sono in grado di monetizzare ma se una storia è interessante può con il passare del tempo generare quello che un articolo può generare una volta pagato dal committente.

Non solo.

 

Soldi con gli archivi
di Tristan Louis

Dopo aver letto un recente articolo di Wired News che riguardava la capacità di utilizzare i blog per guadagnare online, ho iniziato a pensare al modo di monetizzare gli archivi di un blog.

Come avranno visto i miei visitatori io utilizzo il servizio Google Adsense. Non posso violare i termini del mio contratto, perciò parlerò di questo servizio di pubblicità online in generale.

La prima cosa da notare è che il modello di business utilizzato è quello della cosiddetta Long Tail secondo la quale una persona può guadagnare di più tramite un piccolo incremento costante nel tempo, rispetto ad un grande somma di denaro ottenuta in una volta sola.

Nel mio caso questo significa costruire delle buone storie su base regolare, nessuna delle quali è in grado di fare molti soldi in una volta sola ma di raggiungerli su base annuale.

Io credo che le persone, che tramite il loro blog sviluppano un'ottima audience, sono in grado di ottenere discreti risultati.

Facciamo l'esempio di una storia di 1000 parole.
Lo standard per i giornalisti di alto livello è di un dollaro a parola (Ho visto pagare molto meno a causa della caduta delle vendite delle pubblicazioni tecnologiche, ma di questo parleremo in seguito).

In questo modo uno scrittore scrive una storia standard e prende $1000. A quel punto la pubblicazione verrà stampata e/o pubblicata sul loro sito Web ed inizierà a generare un reddito.

Questo modello si basa sul prendersi un rischio con lo scrittore per poi ricuperare i soldi nel tempo costruendosi un'audience. La pubblicazione viene venduta e lo scrittore ottiene in parte la sua credibilità essendo associato a tale pubblicazione.

La verità però è un pò differente.
Fino a che non hai una brand affermato oppure hai una storia in grado di scatenare le fondamenta di una nazione, nessuno si interesserà dell'autore.

Per un rapido test, prova a pensare a chi ha scritto le prime pagine delle più importanti testate giornalistiche di questa settimana.

I blog invece offrono allo scrittore una singola piattaforma. Quando visito un blog, so chi è lo scrittore, ho una relazione con lui. Con il tempo capirò il suo brand.
Questo è molto importante. Molti blogger hanno già fatto il salto dal mondo dei blog a quello media tradizionali grazie al proprio brand; hanno effettuato il percorso al contrario, dal brand, ormai affermato, alle grandi pubblicazioni dei media tradizionali.

Ma andiamo avanti.

Una persona ha bisogno di guardare ad un guadagno a lungo termine. Il guadagno del freelance tradizionale si concludeva con il pagamento per il proprio articolo.

La storia in un blog rimane online.
Se un blog è ottimizzato per i motori di ricerca, ogni articolo ha come una seconda vita, ottenendo traffico anche dopo che è stato fatto.

Lo vedo costantemente qui a TNL.net, dove alcuni post specifici continuano ad essere frequentati e questo significa soldi.

Con Google Adsense, una volta che un post ha la propria pubblicità, tutti i soldi guadagnati andranno al blogger.
Inizialmente non sono comparabili con le migliaia di dollari che uno scrittore può ottenere dai media tradizionali, ma se il post ha gambe lunghe (se continua ad avere un audience), continuerà a generare soldi fino a che non accade una delle seguenti cose:


  • Lo scrittore decide di rimuovere le pubbllicità dal tuo sito

  • Lo scrittore decide di rimuovere i propri post dal sito

  • La storia ha fatto il suo corso e non è più utile

Se la storia ha le gambe lunghe, anche il portafoglio le avrà.

Un altro elemento importante per coloro che scrivono un blog è assicurarsi di promuovere il suo lavoro nella maniera più corretta. Io leggo una media di 300 blog e ho conosciuto alcuni di questi scrittori. Se scrivo qualcosa che può interessare loro, li invio una mail con il link alla storia, un breve resoconto ed una nota in cui spiego loro perchè potrebbe interessarli.

Questo tipo di autopromozione generalmente aiuta ad ottenere del traffico iniziale al proprio articolo e può essere utilizzato anche dagli scrittori tradizionali. Dal momento che il prezzo a parola sta diminuendo, gli scrittori possono negoziare nei termini del contratto l'esclusività dei diritti.

Io generalmente negozio i diritti in modo da ottenere l'esclusiva dopo un preciso periodo di tempo (per esempio dopo i primi 90 giorni della pubblicazione). Sono molti gli editori a negoziare questi termini. Una volta che la storia è pubblicata, inserisco un promemoria nel mio calendario o nel mio content management system in modo da pubblicare la storia nel mio sito dopo i primi 90 giorni. In molti casi, alcune storie che ho scritto anni fa, divengono una sostanziale fonte di reddito.

Insomma, possono essere fatti molti soldi online utilizzando gli archivi del tuo blog.




*********************
L'Autore:

Tristan Louis è il fondatore di TNL.net: "un posto dove sperimentare le nuove tecnologie" Si è trasferito dalla Francia agli Stati Uniti nel 1985 e attualmente lavora come capo della gestione tecnica per lo sviluppo delle applicazioni nell'unità internet di HSBC.

Tristan_Louis.jpg



Tratto dall'articolo originale:
"Money In The Archives"
by Tristan Louis - first published: September 22, 2005

(c) Copyright Tristan Louis, 2005
Reprinted with permission from the author.

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

4173
 




 

Web Analytics