MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


21 novembre 2012

Landing Page: Consigli e Suggerimenti Per Chi Inizia

Cos'è una landing page e perchè è così importante averne almeno una? La risposta è semplice.

come-preparare-landing-page.png

Photo credit: Robin Good

La landing page, o "pagina di atterraggio", è una pagina dedicata ad informare il tuo potenziale cliente di un prodotto, un servizio che offri, dandogli, senza distrarlo con altre cose, la possibilità di acquistarla o di poter ricevere maggiori informazioni a riguardo.

Avere una landing page è quindi indicazione che abbiamo qualcosa da vendere, da offrire o da proporre al nostro pubblico, e questo, a meno non si punti esclusivamente a rendite basate sulla pubblicità, non può che essere un buon modo di procedere per chi ha un sito web e vuole renderlo sostenibile nel tempo.

La landing page è quindi un'opportunità per comunicare in maniera diretta con i propri potenziali clienti interessati ad un prodotto o ad un servizio specifico.

A differenza del catalogo prodotti tradizionale o del menu di un ristorante, la landing page svolge il compito di illustrare, informare e offrire in maniera esaustiva tutte le informazioni utili a chi è un potenziale acquirente a poter valutare e decidere se il servizio/prodotto fa al suo caso.

Ma attenzione: non pensare che una landing page efficace debba essere equiparata ad una "lettera di vendita", come probabilmente ne avrai viste molte, dove con l'ausilio di scritte in rosso, titoli roboanti, e grande uso dell'enfatizzatore giallo, si lavora per persuadere il lettore ad acquistare un qualcosa.

Niente di più sbagliato. Quelle landing, caratterizzate da testi spesso interminabili, da titoli in rosso, da prezzi superscontati se compri entro un tempo prestabilito, da date ad inizio pagina che mirano ad illuderti che il testo sia stato appena scritto, sono un metodo, forse il meno credibile ed efficace, che si possa utilizzare per creare una landing page.

In realtà non è necessario ricorrere a questo tipo di comunicazione, così "artificiosa" e poco credibile, per poter ottenere dei buoni risultati.

Anzi, più passa il tempo, e più chi utilizza quest'approccio incentrato sul "persuadere" più che sull'offrire qualcosa di realmente irresistibile, tende a limitare le sue potenzialità di vendita ed a passare automaticamente per un "marketer" (qualcuno che ti vuol vendere qualcosa, ma a cui non frega nulla di te come persona), intenzionato a rifilarti la sua ultima trovata tutto fumo e niente arrosto.

Per creare una buona landing page, ciò che serve secondo me, è solamente la capacità di fornire tutte le informazioni utili riguardo al proprio prodotto/servizio in maniera chiara, leggibie ed esaustiva, e di anticipare tutti i dubbi, perplessità e domande del tuo possibile acquirente chiarendoli con delle informazioni esaustive.

Ecco qui di seguito, qualche consiglio di base se stai approcciando la realizzazione della tua prima landing page:

 

I Passi Base per Creare la Tua Prima Landing Page



Duration: 8':32" - In questo video Robin Good riassume quelli che sono i passi chiave da fare per realizzare la tua prima landing page.

 

Step 1. Progetta su un Foglio

La prima cosa che ti suggerisco di fare, è di progettare la tua landing page su un pezzo di carta.

Non complicarti la vita con tool professionali o software troppo sofisticati, ma usa un foglio bianco, o al massimo, se ti piace proprio smanettare, uno di questi programmi di "website prototyping" che ti suggerisco in questa guida: "I Migliori Servizi Per Progettare Il Design Del Tuo Sito".

Il tuo obiettivo in questo primo step è di fare uno schizzo semplice e basilare di quello che vuoi realizzare, non andandoti a complicare la vita con strumenti troppo complessi. Ora l'importante è buttare giù una struttura di base.

Quindi concentrati sulla struttura e non sul cercare di fare una pagina "carina". Infatti, a meno che tu non abbia già acquistato un template con un look fantastico, o tu sia una persona che ha già una buona esperienze nel campo del web design, è inutile che tu perda tempo con software o applicazioni che ti aiutino a fare una paginetta carina. Perderai solo un sacco di tempo inutilmente, e molto difficilmente verrà fuori qualcosa degno di nota.

Ti dico questo, perchè sono consapevole che per fare un buon design non è per niente facile ed è per questo che in questo momento ti consiglio di concentrarti solo sulla struttura della tua landing page e cioè su quali elementi andranno su quella pagina e come (in che ordine) potrebbero essere disposti.

 

Step 2. Inserisci nella Bozza gli Elementi Chiave della tua Landing

Studia ed integra quindi in maniera intelligente tutti gli elementi chiave che vanno nella tua landing page.

Nella fase di progettazione dovrai giocare con questi elementi, decidendo quali mettere sulla landing page e dove metterli.

Eccoti quindi, per aiutarti in questo compito, una lista degli elementi chiave che generalmente possono essere presenti su una landing page:

  1. Titolo: è l'elemento principale che si vede prima di tutti nella tua landing page ed indica cosa riguarda la pagina. Questa può essere tipicamente una domanda che intercetta il problema, l'esigenza o l'interesse del tipo di persona che vuoi raggiungere.
  2. Tagline: è una frase corta che srotola ciò di cui il tuo servizio si occupa. Si trova spesso sotto il titolo.
  3. Nome Prodotto/Servizio: questo è il nome del tuo servizio/prodotto con sufficienti informazioni a corredo per poter capire subito di cosa si tratta.
  4. Immagine / Video: un'immagine legata al titolo che lo spiega istantaneamente meglio. Più l'immagine è legata al titolo, più ha forza espressiva.
    (Immagine, titolo e tagline devono spiegare chiaramente cosa si trova in questa landing page e che problema risolve.)

  5. Offerta: usando più frasi descrivi cosa stai offrendo in questa pagina e quale problema vuoi risolvere. In generale è una buona idea l'evitare di gonfiare il prodotto o servizio promosso, e di spiegare sinceramente ed in maniera chiara cosa viene offerto.".
  6. Squeeze box: è uno spazio dove raccogliere nome ed email delle persone interessate al tuo servizio.



Questi sono invece i possibili elementi opzionali:

  • Testimonianze: Cosa dicono del tuo prodotto le persone che lo hanno acquistato e che sono rimaste soddisfatte? Inseriscilo in questa sezione.
  • Informazioni dettagliate: Spiega ancora meglio di cosa ti occupi e a chi si rivolge il tuo servizio, cosa contiene, come funziona e come si usa.
  • Social proof: prove tangibili dell'esperienza che hai per aiutare gli altri. Riconoscimenti, statistiche di supporto, certificati di esperienza.
  • Contenuto di valore: un contenuto (video, PDF, infografica, ecc) a cui permetti di accedere gratuitamente, oppure in cambio di nome ed email.
  • Informazioni su di te: Puoi usare una pagina "About" collegata alla landing page, oppure inserire una sezione in cui descrivi chi sei, di cosa ti occupavi, occupi e perché offri il tuo servizio. Non fornire troppe informazioni, ma rimanda ad un link.

 

Step 3. Prepara i Contenuti della Landing: Testi

Scrivi, controlla e correggi tutti i testi che dovranno essere inseriti nella tua landing page.

Utilizza un linguaggio il più semplice e diretto possibile. Ogni qualvolta sia possibile utilizza l'"io" e il "tu", piuttosto che il "noi" e il "voi".

Scrivi frasi brevi, esplicita sempre il soggetto e non lasciare nulla di poco chiaro o di sottinteso.

Spiega ed illustra così come faresti con una persona che non è addetta ai lavori ma che è molto interessata a saperne di più. Evita per questo un linguaggio con termini tecnici o buzzowords che il tuo lettore potrebbe non conoscere o capire.

 

Step 4. Prepara i Contenuti della Landing: Immagini e Video

L'utilizzo di un'immagine appropriata o di un video girato ad hoc può avere un grande impatto sull'efficacia della tua landing page.

Sia nel caso di un'immagine che di un video, è bene sceglierne una che possa fare da supporto e complemento al messaggio principale che appare in cima alla landing page e relativo al problema / interesse che si intercetta.

Immagini e video che contengono il volto umano sono molto più efficaci di immagini o video contenenti solo grafica o testi. Valuta quindi con attenzione quali immagini utilizzare, e fai si che queste possano apparire il più realistiche e "affini" possibili alla tua tribù di riferimento.

L'utilizzo del video è invece particolarmente efficace laddove si voglia "mostrare" un prodotto, un software od un servizio, illustrando nel dettaglio il suo funzionamento e le sue caratteristiche.

 

Step 5. Controlla e Verifica i Dettagli

Il passo successivo è di controllare e verificare nei dettagli la bozza che hai preparato.

Sono i dettagli che fanno la differenza fra una landing page amatoriale ed una professionale. Quindi presta particolare attenzione a questi elementi:

  • Gli errori ortografici
  • Le font che hai usato,
  • Il footer: la tua firma, il copyright, il link alla pagina sulla privacy,
  • La formattazione del testo: la punteggiatura e gli spazi.

Controlla tutti questi dettagli se vuoi ottenere il massimo dalla tua landing page.

Un consiglio importante: Se prepari tutto tu, ti sarà difficile poi avere un occhio critico per vedere dove migliorare. Se puoi fai sempre controllare tutte queste cose da qualcun'altro.

 

Step 6. Decidi Chi Realizzerà la Versione Ufficiale della Tua Landing Page

OK, ora hai in mano una buona bozza, ma sempre una bozza è. Chi realizzerà la versione ufficiale e definitiva in codice HTML della bozza della tua landing page?

Nonostante sia importante pensare alla realizzazione della landing page solo dopo che hai preparato, così come ti ho spiegato qui sopra, una bozza della stessa che illustri gli elementi chiave che dovranno essere presenti e la loro possibile disposizione, a questo punto sei pronto per passare alla fase esecutiva.

Le domande da porti a questo punto sono quindi: Userai un software od un servizio per realizzare la landing page? La farai tu o contatterai un web designer? Quanto vuoi spendere per realizzare questa landing page?

 

Step 7. Fai Un Primo Collaudo

Una volta che la landing page sarà pronta, testala prima di renderla pubblica.

Ecco alcuni elementi che puoi testare:

  • Funzionano tutti i link?
  • Le persone si possono iscrivere alla newsletter senza problemi?
  • La pagina si vede bene anche per chi si connette da un cellulare?
  • Che email riceve chi si iscrive?

Questo step, come il cinque, è uno di quelli più importanti, che si rischia di saltare spesso per presunzione o per il desiderio di andare più veloci.

 

Step 8. Analizza, Testa e Migliora

Una landing page può consentirti da subito di raccogliere un sacco di informazioni utili su chi arriva sul tuo sito. Per esempio puoi sapere:

  • Quali parole hanno cercato su Google o Bing le persone per arrivare a te?
  • Chi sta condividendo la tua pagina sui social network?
  • Chi sta creando dei link sul suo sito al tuo?

Per avere accesso a questi dati così utili, ciò che devi fare è avere accesso ad un servizio di "analytics" come Google Analytics (gratuito) e collegare poi la tua landing page a quel servizio per poter cominciare a poter "vedere" questi dati così utili.

Analizzando questi dati in maniera periodica puoi scoprire importanti correzioni e miglioramenti che puoi apportare alla tua landing page, e continuare a miliorarla in maniera sistematica, facendo dei piccoli cambiamenti e misurandone poi i risultati.

Ad esempio, puoi provare ad usare più di una landing page, per provare soluzioni alternative fra di loro. Questo approccio si chiama A/B testing e può essere realizzato sia manualmente (se sei assistito da un bravo webmaster) o utilizzando dei servizi web dedicati, che si preoccupano loro di alternare in maniera invisibile agli utenti, le due versioni della tua landing page per misurare appunto, quale delle due da migliori risultati.

Oppure: puoi testare e verificare che dominio e/o parole chiave utilizzare per un nuovo progetto, facendo un test e misurando i risultati. Per esempio, mettiamo che non sei sicuro se le parole chiave che hai scelto per la tua landing / sito / dominio siano effettivamente quelle più utilizzate dalle persone che vuoi raggiungere online.

Procedi così: Acquista due domini che contengono le parole chiave che vuoi testare. Pubblica su ognuno dei due domini la tua landing page con piccole modifiche al testo per non farne un duplicato identico dell'altra, e poi misura attraverso Google Analytics, dov'è che arriva maggior traffico senza fare altre azioni di promozione. Verifica anche quante persone che arrivano alla tua landing lasciano il loro nome ed email per ricevere maggiori informazioni e scopri quindi facilmente quale può essere il dominio e il set di parole che funziona meglio.

Dopo qualche settimana potrai già trarre qualche conclusioni utile su quale delle due landing e set di parole chiave funziona meglio e prendere quindi una decisione valida.
Questo è il motivo per cui testare, invece che procedere "a intuito", è sempre estremamente utile per chi lavora online.

 

Risorse Utili per Realizzare una Landing Page

  1. Quali Elementi Testare nelle Tue Landing Page - Mastering Landing Pages
  2. Le Domande Da Farti per Creare una Landing Page Efficace - Francesco Gavello
  3. Esempi di Landing Page Professionali - Robin Good su Pinterest
  4. Infografica: 25 Landing Page Best Practices - Sally Lowery di Ion Interactive

 

Servizi per Creare Landing Page

 

Scritto e pubblicato per la prima volta su MasterNewMedia ITALIA da Robin Good il 21 Novembre 2012 con il titolo "Landing Page: Consigli e Suggerimenti Per Chi Inizia".

 

Scritto da per MasterNewMedia.
 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

17685
 



 

Risorse Consigliate

 

 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics