MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


9 dicembre 2005

Strategie Di Licenze Sui Contenuti In Un'Età Di Dispositivi Mobili Proprietari

Al giorno d'oggi, qual è la piattaforma corretta per consumare e distribuire i contenuti? Non è semplice capirlo. Nella guerra delle tecnologie e delle piattaforme a disposizione riuscire a far fruttare il contenuto significa saper guardare lontano e capire quali saranno gli strumenti e le piattaforme che gli utenti utilizzeranno.

colour_blackberry_350.jpg
Photo credit: color Blackberry

La piattaforma di contenuto ideale per i publisher non è l'ultimo strumento tecnologico ma l'oggetto digitale che creano per funzionare su queste piattaforme hardware.

I produttori di contenuto possono rendersi la vita più facile approfondendo le ultime questioni sulle licenze e pensando a come gli utenti di contenuti hanno intenzione di dare valore ai loro servizi in un mondo in cui il contenuto ha bisogno di cambiare piattaforme costantemente per creare valore.

Ecco qui alcuni consigli su come pensare alle strategie di piattaforma per licenziare i propri contenuti.

 

1) Stai attento a che cosa chiedi ad un partner di piattaforma.

cupo.jpg

L'iPod di Apple ha una gestione dei diritti proprietari che ti rende difficile allontanarti da questa piattaforma.

Ma i fornitori di contenuto premium che non hanno scommesso sul dominio di Apple, si trovano ora in una posizione in cui Apple ha un enorme controllo sui prezzi e la distribuzione quando introducono i loro formati di file proprietari nelle nuove piattaforme.

Con il tempo iPods, Blackberries, TiVos e altri saranno superati insieme alle loro licenze di contenuto.

Quello che rimarrà sarà il Web, un insieme amorfo di contenuto pronto a fornire sostituti accettabili ai formati proprietari.

Il Web permette a iPod, Sony e dispositivi MP3 di scaricare contenuti con estrema facilità.

Con un medium di distribuzione omnipresente, perchè inseguire la falsa esclusività di piattaforme che non riusciranno mai a risolvere il tuo bisogno di accrescere le tue entrate attraverso la più vasta audience possibile.?
La maggior parte degli accordi di licenza appaiono essere dei cappi per i fornitori di contenuto.



2) Costruisci profitti Web sulla base dei tuoi dispositivi di contenuto personale.

colorful.jpg

Liberi di costruire relazioni con i consumatori di contenuto attraverso servizi Web, vediamo che i giornali, i magazine e le fonti di notizie costruiscono ottime entrate senza cadere negli accordi di licenza di cui abbiamo parlato.

Perchè i publisher dovrebbero accettare qualsiasi cosa di meno delle condizioni ideali nelle quali sostenere queste relazioni attraverso dispositivi di contenuto personale ?

I fornitori di contenuto hanno bisogno di guardare oltre i comfort a breve termine offerti dai dispositivi di contenuto personale e riconoscere che gli stessi vantaggi di apertura che stanno lavorando per loro sul Web avranno lo stesso successo su altri dispositivi.

Gli accordi tradizionali di licenza di contenuto possono aiutare ad avere delle posizioni fisse nel mercato su nuove piattaforme, ma quando tali piattaforme hanno una vita breve, diviene più importante sviluppare relazioni di licenza dirette con gli utenti del tuo contenuto.



3) Pensa agli oggetti digitali come a strumenti di contenuto personale ideali.

flower.jpg

Invece di inseguire i dispositivi di contenuto disponibili è importante riconoscere che la reale piattaforma che i publisher vogliono supportare a tutti i costi è il proprio contenuto digitale.

XML e altri standard permettono sia al contenuto che alle funzionalità di essere messe insieme in oggetti digitali scaricabili che possono agire come macchine virtuali nel loro proprio diritto.

Più portatili sono queste macchine virtuali più è facile che queste relazioni rimangano intatte in quanto gli oggetti digitali si muovono da una macchina all'altra.

L'International Digital Publishing Forum sta lavorando su nuovi standad per i contenitori digitali che promettono di andare oltre gli eBook verso un contenitore più generalizzato per contenuti digitali licenziabili.

E' opportuno muoversi verso oggetti digitali scaricabili che hanno una lunga vita nelle mani dei compratori.

Ottenere contenuto sui dispositivi personali più in voga rimarrà una priorità alta negli anni a venire. Tuttavia evitare battaglie di licenze per entrare in contatto con gli utenti di questi dispositivi sarà la sfida più importante da combattere per i publisher.

Più i publisher abbracceranno e aiuteranno a formare standard di piattaforma indipendenti per la raccolta dei contenuti e la gestione delle licenze per gli oggetti digitali, prima saranno in grado di costruire la più alta base di profitto possibile su strumenti di contenuti personali.

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

4694
 

 

Risorse Consigliate

 

 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics