MasterNewMedia Italia
Scopri i migliori tool per comunicare,
collaborare e fare marketing
   
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


17 febbraio 2006

Sondaggi Elezioni: Come Usare I Sondaggi Per Vincere Le Elezioni In 10 Mosse

Un sondaggio è in grado di influenzare una decisione di voto ?
Si può vincere un'elezione usando un sondaggio ? Se davvero si può, esiste una metodologia per farlo ?

elezioni.jpg

Ho cercato di rispondere a queste domande perchè le ritengo fondamentali per chiunque desideri prendere parte attiva alla vita di un paese. Nel farlo ho cercato di mostrare i punti di vista del comunicatore che usa il sondaggio per persuadere e dell'elettore che dal sondaggio deve saper prendere le distanze per capire quale sia la realtà.

Spero che questo articolo stimoli le persone a pensare, a porsi delle domande e a comprendere come alcuni principi di psicologia sociale e della psicologia della gestalt possono essere utilizzati per influenzare chi non ha ancora deciso chi votare.

Se siete comunicatori leggete qui:
In guerra e in amore tutto è lecito e se per amore degli elettori siete in guerra per l'ultimo voto, ecco una miniguida che fa al caso vostro. Come Usare I Sondaggi Per Vincere Le Elezioni In 10 Mosse è la mia miniguida per i comunicatori che desiderano ottenere il voto degli elettori utilizzando un sondaggio.

Se siete elettori leggete qui
Ottenere il vostro voto è il primo obiettivo di un comunicatore che desidera vincere le elezioni. Per farlo può utilizzare un sondaggio. Come Usare I Sondaggi Per Vincere Le Elezioni In 10 Mosse è la mia miniguida per elettori incerti che desiderano vaccinarsi dall'utilizzo dei sondaggi per indirizzare il loro voto.

 


Un sondaggio è un metodo d'indagine che raccoglie i pareri di un gruppo di individui su un particolare argomento. Un sondaggio può essere utilizzato per convincere le persone che non hanno un'idea precisa su chi votare.

Se siete comunicatori leggete qui
Il vostro sondaggio deve saper veicolare il principio di autorità secondo il quale le persone utilizzano un'autorità riconosciuta come utile scorciatoia per decidere come comportarsi in una certa situazione. Il sondaggio deve divenire l'autorità riconosciuta per ottenere il voto degli indecisi. Il principio di autorità deve fondersi con quello di riprova sociale secondo il quale uno dei mezzi che usiamo per decidere che cosa è giusto è cercare di scoprire quello che gli altri ritengono giusto.

----

Ecco a voi come potete usare un sondaggio per vincere le elezioni in 10 mosse.


Mossa n°1: Confondete i dati per disorientare


confusione.jpg

Photo credit: budgetstoc

Un sondaggio deve essere preceduto dalla capacità del comunicatore di eliminare la validità dei dati che contrastano i risultati precedenti che ha ottenuto. L'obiettivo non deve essere quello di confutare logicamente la validità dei dati che lo contrastano. L'obiettivo deve essere screditare il valore della fonte oppure proporre altri dati che si oppongono ai precedenti.

In questo modo ogni dato, quelli contro al comunicatore e quelli a favore ottengono lo stesso identico valore con il risultato di disorientare l'elettore. Nessun dato diviene certo.

Se siete comunicatori leggete qui
Ricordatevi l'obiettivo non è convincere tutti, ma solo gli indecisi, coloro che non hanno un'idea precisa.

Se siete elettori leggete qui
Non tutti i dati hanno lo stesso valore. Un comunicatore che bara di solito non cita la fonte oppure inizia la frase con parole come "come tutti sanno", "Naturalmente", "Indubbiamente". Come elettori chiedetevi sempre "tutti chi ?", e non lasciatevi persuadere da termini come "naturalmente" o "generalmente" . Servono a far percepire come scontata l'affermazione successiva.



Mossa n°2: Rendete La fonte del vostro sondaggio credibile


trust.jpg

Photo credit: Berkeley

Dopo aver disorientato l'elettore e eliminato il valore dei dati, dovete creare una fonte del sondaggio che sia ritenuta credibile. Uno degli elementi che rendono credibile la fonte è il suo disinteresse nei confronti dei risultati del sondaggio. Perciò utilizzate una fonte che sia estranea al contesto del paese in cui si svolgono le elezioni. Sarà percepita come più credibile perchè disinteressata.

Se siete elettori leggete qui
State attenti a chi partecipa ad una discussione affermando di non avere interesse per il risultato della discussione stessa. Può capitare che sia un abile comunicatore che utilizza il principio del disinteresse per persuadervi.


Mossa n°3: Giustificate il sondaggio


giustificazione.jpg

Il sondaggio deve avere un perchè. Il perchè, la causa, da forza ad un'informazione ed ad affermazione. "Fare una cosa" e "Fare una cosa perchè" hanno un valore completamente diverso.
Dovete cercare il perchè del vostro sondaggio. Un "perchè" efficace per il comunicatore è la volontà di fare il sondaggio per dire la verità, quella verità che manca negli altri sondaggi e che è stata negata agli elettori.

Se siete comunicatori leggete qui
Per giustificare il vostro sondaggio utlizzate il principio di scarsità secondo più una cosa ci viene tolta, maggiore è il desiderio che abbiamo per questa cosa. Gridate che la verità è stata censurata e denunciate la censura. Il pubblica desidera l'informazione negata.

Se siete elettori leggete qui
Stati attenti a chi grida alla censura. A volte lo fa per attirare l'attenzione.


Mossa n°4: Create attesa per i risultati del sondaggio


attesa.jpg

La capacità del comunicatore di attrarre l'attenzione sul risultato del sondaggio influenzerà gli effetti che il sondaggio avrà sull'elettore. Dovete attivare le fonti che veicoleranno i risultati del sondaggio. L'obiettivo è viralizzare il sondaggio. Il sondaggio deve divenire il primo punto nell'agenda delle fonti informative che veicoleranno in seguito il risultato al pubblico.

Se siete elettori leggete qui
State attenti a chi crea attese per delle rivelazioni. Il loro obiettivo è attrarre l'attenzione su di loro. Ottenere l'attenzione è il primo passo per la persuasione.


Mossa n°5: Create la sorpresa del risultato del sondaggio


surprise.jpg

La sorpresa è un fattore efficace non solo per creare attenzione nei confronti del sondaggio ma anche per creare direttamente assenso nei confronti del risultato stesso del sondaggio.

Se siete elettori leggete qui
State attenti all'effetto che una sorpresa può avere su di voi. Uno studio del 1975 fatto dai ricercatori Stanley Milgran e John Sabin ha dimostrato che passeggeri della metropolitana di New York, interpellati all'improvviso con una richiesta di avere il posto, lo hanno ceduto il doppio di coloro che ai quali la richiesta era stata preannunciata precedentemente. La sorpresa stimola comportamenti istintivi.


Mossa n°6: Accennate i risultati del sondaggio


accenno.jpg

I risultati di un sondaggio devono essere sempre anticipati ma non mostrati del tutto.

Se siete comunicatori leggete qui
Utilizzate in un sondaggio l'effetto Zeigarnik, lo stato mentale di tensione causato da un compito incompleto. Dite qualcosa ma non tutto. In questo modo creerete lo stato di tensione negli elettori che desideranno completare il loro compito ossia sapere quale sia il risultato del sondaggio.

Se siete elettori leggete qui
Attenzione ai comunicatori che accennano una cosa e vi dicono che vi daranno i particolari la prossima volta. Questo stato psicologico viene utilizzato dagli sceneggiatori di soap opera che fermano la puntata sul più bello, senza una conclusione precisa e solo per creare l'effetto di un compito incompleto.


Mossa n°7: Fate percepire l'idea di un trend


trend.jpg

Affiancate i risultati dei vostro sondaggio ai risultati di altri sondaggi creando la percezione di un trend, di una crescita della vostra credibilità rendendo credibile il risultato finale del vostro sondaggio ossia il vostro vantaggio.

Se siete comunicatori leggete qui
Sfruttate il principio gestalt della buona continuazione, secondo il quale tendiamo a raggruppare insieme elementi che apparentemente seguono una direzione.

Se siete elettori leggete qui
Cercate di verificare se esistono reali collegamenti tra le cose, perchè a volte questi collegamenti e le logiche conseguenze sono solo artificiali.


Mossa n°8: Non analizzate a fondo i risultati del sondaggio


semplice.jpg

State puntando ad elettori incerti. Spesso l'elettore incerto ha un il livello di coinvolgimento piuttosto basso. Elaborerà poco l'informazione e si affiderà alla fonte. Rendete credibile la fonte e lasciate stare le spiegazioni dei dati. Queste non interessano.

Se siete elettori leggete qui
Partecipate, coinvolgetevi. Maggiore è il coinvolgimento, maggiore è la conoscenza, maggiore è la capacità di comprendere le differenze.


Mossa n°9: Legate i risultati del vostro sondaggio al vostro impegno


lavoro.jpg


Dovete legare i risultati del sondaggio all'impegno che avete profuso nel passato e quello che mostrerete nel futuro. Il risultato del sondaggio è la conseguenza delle vostre azioni e dell'impegno che ci avete messo. Questa è la base per la mossa numero 10, la più importante.

Se siete elettori leggete qui
State attenti a non saltare percorsi logici. Risultati favorevoli di un sondaggio ed impegno profuso possono essere legami creati artificiosamente.


Mossa n°10: Legate i risultati del vostro sondaggio all'impegno, alle promesse e alla reciprocità.


relazione.jpg

Uno dei principi più forti della persuasione è la regola della reciprocità, secondo la quale c'è una forte propensione a contraccambiare i doni, quasi un obbligo sociale a contraccambiare una concessione.

Uno degli obiettivi del sondaggio è legare risultati, impegno, promesse e reciprocità. Il sondaggio ha avuto esito favorevole. L'esito è dovuto all'impegno che il comunicatore ha messo nella sua azione. L'impegno non deve essere vanificato. Il comunicatore promette dei risultati per il futuro e questi risultati potranno essere ottenuti se e solo se avrà una singola e semplicissima cosa in cambio: il tuo voto.

 
 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

5128
 




 

I Toolkit di Robin


 









 

 

 

 

  • RSS Feed

          Mail
    Nome:
    Email:
     



     
     

     

    Web Analytics