MasterNewMedia Italia
Curated by: Luigi Canali De Rossi
 


19 febbraio 2008

Pubblicare Video Online: Guida Al Video Publishing Per Chi Inizia - Parte 2

Pubblicare video online è semplicissimo ed è stato uno dei trend più in voga lo scorso anno. Utilizzando semplici software online per il video editing è possibile creare dei contenuti video interessanti e dall'aspetto accattivante. Per creare video e pubblicarli online non serve chissà quale budget: a tua disposizione hai servizi e programmi completamente gratuiti per creare, modificare, pubblicare e promuovere i tuoi video online.

internet-video-publishing-2_id7263221_size400.jpg
Photo credit: Andrei Zyk

In questa seconda parte della guida per chi inizia a pubblicare video online, ti farò vedere:

  • Dove pubblicare il tuo video online e quali sono le differenze e le varie offerte dei servizi attualmente disponibili.
  • Come monetizzare i video, cioè cosa fare per riuscire a guadagnare dei bei soldoni con il tuo video.
  • Quale tipo di licenza scegliere per i tuoi video, per fare in modo che la comunità online possa condividerlo con gli altri in tutta tranquillità e senza correre alcun rischio.
  • Come promuovere il tuo video grazie ad alcuni piccoli suggerimenti pratici, per far si che il tuo video venga visto da più gente possibile.
  • E infine ...

  • Una serie di risorse aggiuntive, dove potrai trovare tanto altro materiale interessante se sei appassionato di video publishing e vuoi imparare sempre meglio come pubblicare video online.

 

internet-video-mobile_id2576361_size380.jpg
Photo credit: Eray Haciosmanoglu




Leggi la prima parte di Pubblicare Video Online: Guida Al Video Publishing Per Chi Inizia




Pubblicare Video Online

pubblicare-video-online_size350.jpg

Decidere dove vuoi pubblicare il tuo video dipende solo da te. Devi valutare qual è il servizio di video sharing migliore in termini di qualità del servizio offerto e di popolarità. Oppure hai la possibilità di pubblicare il tuo video su diversi servizi di video sharing contemporaneamente (cross-publishing). Proprio su questo ultimo punto, ho alcuni consigli da darti.

Al momento, ci sono una dozzina di servizi di video sharing che variano per qualità del video e popolarità. Se proprio dovessi sceglierne tre, ti consiglio di uploadare i tuoi video su:

  • YouTube - YouTube è il servizio di video sharing per antonomasia. Tuttavia, la qualità del video non è la migliore del web. Visto che è cosi popolare tra la gente, ti consiglio comunque di caricare lì il tuo video.
  • Blip.tv - Blip.tv supporta diversi formati video, ha un player che si integra bene in qualsiasi design, ha delle belle funzionalità per creare una community e, come se non bastasse, ti dà la possibilità di inserire delle pubblicità in sovrimpressione. Altamente consigliato.
  • Vimeo - Vimeo è un servizio di video sharing relativamente giovane che ha tra le sue peculiarità la possibilità di uploadare video in alta definizione. La qualità dei video è eccezionale: al momento è la migliore che abbia visto.



Se cerchi altri consigli su dove poter uploadare i tuoi video online, ti consiglio di dare un'occhiata alla mia guida sui servizi di video sharing.

Ti segnalo anche TubeMogul, un servizio web che include, tra le sue funzionalità, alcuni strumenti di analisi e statistiche che ti consentono di vedere la popolarità del tuo video sui vari siti di video-sharing. Decisamente interessante!

Infine, se sei uno veramente appassionato ti consiglio di dare un'occhiata alla pagina comparativa di oltre cinquanta servizi di video sharing fatta da Life Goggles. In unica pagina troverai embeddati 50 player video diversi, per poter valutare la qualità video e il design del player più adatto alle tue esigenze.



Cross-Publishing

Affinché il tuo video abbia una certa visibilità, è bene uploadarlo su vari siti di video sharing contemporaneamente, cioè fare quello che si chiama cross-publishing.

Ci sono diversi servizi web che ti consentono di uploadare "in un colpo solo" il tuo video su una ventina di servizi di video-sharing, senza bisogno di andare su ognuno e fare l'upload. Quello che devi fare è soltanto fornire le tue credenziali di accesso per ognuno dei servizi di video sharing sul quale vuoi uploadare il tuo video e il gioco è fatto ;-)

I due servizi più famosi per postare un video su vari siti di video sharing contemporaneamente, sono:

  1. TubeMogul, che ti dà la possibilità non solo di uploadare un video su diversi siti di video-sharing, ma anche di tenere d'occhio la popolarità e le statistiche dei tuoi video. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di dare un'occhiata al mio articolo su TubeMogul.
  2. Hey!Spread, dai creatori del famoso servizio di codifica video Hey!Watch. Hey!Spread è un altro servizio che ti consente di uploadare un video su vari servizi di video sharing contemporaneamente. In più, ti da la possibilità di convertire un video in diversi formati e di aggiungere un logo in sovrimpressione. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di dare un'occhiata al mio articolo su Hey!Spread.




Formati Video

I video sul web non hanno un formato standard. Quello più comunemente utilizzato è sicuramente il formato video Flash FLV, compatibile con la maggior parte dei browser in circolazione. Tuttavia, potrebbero esserci alcune persone che preferiscono disabilitare la visualizzazione dei video FLV nel proprio browser o addirittura persone che rifiutano questo formato perché vogliono un formato Open Source. Infatti, il plug-in per riprodurre video FLV è gratuito, ma il codice sorgente di questo formato non è aperto a tutti.

A parte questi piccoli inconvenienti, devi tener presente che, al giorno d'oggi, la gente guarda un video destinato originariamente ad essere visto sul web, da un sacco di periferiche differenti come iPhone, iPod Touch, PSP o TV ad alta definizione.

Un modo per fare contenti tutti è codificare il tuo video in formati differenti. Queste sono i formati video più usati:

  • H.264 Quicktime - Il formato H.264 si appresta a diventare il più utilizzato del 2008. Tra l'altro, è integrato nell'ultima versione di Adobe Flash. La codifica H.264 ti consente di creare video di qualità straordinaria in dimensione estremamente ridotte. Quindi è l'ideale per codificare un video da distribuire sul web.

  • 3GP - Ormai uno "standard di fatto" per i telefonini cellulari di ultima generazione
  • Windows Media Video - Un formato video molto utilizzato tra i possessori di un sistema operativo Windows.
  • Ogg - Un formato video Open Source abbastanza conosciuto.
  • iPod video - Un formato popolare per ovvi motivi. ;-)
  • PSP video - Il formato video della Playstation Portable.




Se vuoi direttamente convertire il tuo video online, ti consiglio di utilizzare Zamzar, un servizio assolutamente gratuito. Invece, se puoi spendere qualcosina, ti consiglio di provare Hey!Watch, di cui Robin Good ha fatto un'approfondita recensione.

Se invece vuoi convertire il video utilizzando il tuo computer hai a disposizione una marea di programmi.

Se sei un utente Windows puoi utilizzare Super oppure Total Video Converter, che è altrettanto facile da usare.

Se sei un utente Mac (e perché no...anche Windows) puoi utilizzare Quicktime Pro, la versione upgrade di Quicktime. Un'alternativa a un prezzo abbordabile che ti consiglio di tenere d'occhio è VisualHub.

Un'alternativa multi-piattaforma è MPlayer.

A livello professionale, gli strumenti di conversione video più utilizzati sono: Episode (per Mac), Sorenson Squeeze (per Mac e Windows) e Compressor (insieme a Final Cut Pro Studio 2). Come potrai immaginare, sono soluzioni abbastanza costose.

Qui trovi news guide e strumenti per convertire video.




Guadagnare Con i Video

guadagnare-con-video_size350.jpg

Riuscire a guadagnare con i tuoi video non è una cosa impossibile. Se vuoi lanciarti in quest'avventura, hai qualche asso nella manica e forse non lo sai.

Servizi come Blip.tv, Revver o Brightcove, ti danno la possibilità di aggiungere delle pubblicità nella parte inferiore del tuo video. Gli eventuali guadagni saranno divisi tra te e il fornitore del servizio.

Anche se non utilizzi un servizio di online video sharing con funzionalità di advertising integrate, puoi sempre optare per un servizio tipo AdBrite InVideo, che ti consente di inserire pubblicità sui tuoi video.

Altrimenti, puoi sempre prendere in considerazione la possibilità vendere tu stesso gli spazi pubblicitari, ma per fare questo devi prima garantirti un certo numero di visitatori regolari. Al momento, ci sono soltanto una manciata di video maker che campano di pubblicità, anche se il 2008 promette di essere, sotto questo punto di vista, un anno di grandi cambiamenti per chiunque voglia guadagnare con i video online.

Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia guida su come guadagnare con i video online oppure dare un'occhiata alla lista di Scott Kirsner dei "siti che pagano" o meglio ancora alla guida in due puntate su come guadagnare con i tuoi video online di Robin Good.




Licenze Per i Video Online

licenze-per-video-online_size350.jpg

Rilasciare il tuo video con una Licenza Creative Commons è senz'altro un modo efficace per permettere alla comunità online di capire cosa può fare e cosa non può fare con il tuo video.

Le Licenze Creative Commons danno la possibilità agli utenti di poter riprodurre, remixare o condividere il tuo video in tutta tranquillità secondo i termini legali che tu stesso hai approvato. Ad esempio, attraverso una licenza "attribution-share alike", puoi consentire a chiunque di riprodurre o remixare il tuo video, a patto che ti citino testualmente come l'autore originale.

A differenza di una licenza d'uso tradizionale, in cui l'utilizzo del materiale da parte di terzi è estremamente limitato, rilasciando il tuo video con una Licenza Creative Commons puoi fare in modo che il tuo video venga condiviso, commentato e remixato da più gente possibile.

Rilasciare la Licenza Creative Commons è molto semplice. Puoi aggiungere semplicemente una frase nella descrizione del tuo video o inserire una videata in coda al video stesso.




Promuovere i Video Online

promuovere-video-online_size350.jpg

Bene, ora il tuo video è online, ma sfortunatamente per te, ci sono altri milioni di persone che hanno già messo il proprio video online. Cosa puoi fare, quindi, per far si che il tuo video venga visto da più persone possibili?

Assumendo che hai usato uno degli strumenti di cross-publishing che ti ho consigliato e che hai rilasciato il tuo video con una Licenza Creative Commons, per consentire alla comunità online di poterlo condividere liberamente, ecco cosa puoi fare per promuovere il tuo video in maniera efficace:

  • Taggare il video - Non ignorare mai il campo tag del form di upload dei servizi di video-sharing. Taggare il video in maniera efficace aiuterà le persone che effettuano delle ricerche a trovare subito il tuo video. Pensa i tag come delle etichette, che aiutano le persone a capire i contenuti del tuo video. Non utilizzare mai i tag è come cercare di vendere un prodotto a scatola chiusa: certo potrai riuscire venderlo, ma non ci riuscirai molto facilmente.

    Ad esempio, se il tuo video parla di come scrivere il primo post su Wordpress, potresti associargli queste tag, separandole con una virgola: "wordpress", "blog","come scrivere un post su wordpress" e cosi via. Più i tag descrivono il contenuto del video, meglio è.




  • Scegliere una bella immagine di anteprima - Se il tuo video ha una bella "immagine di anteprima", cioè quel fotogramma chiave del video che viene mostrato nella pagina dei risultati di una ricerca su YouTube o su altri servizi di video-sharing, allora il tuo video ha buone possibilità di essere visto.

    Alcuni servizi di video-sharing, ti consentono di poter scegliere il fotogramma che diventerà l'immagine di anteprima del tuo video. Altri utilizzeranno come immagine di anteprima il fotogramma esattamente a metà del video. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di dare un'occhiata ai suggerimenti per impostare al meglio l'immagine di anteprima su YouTube, dell'esperto di video virali "Nalts".




  • Titolo efficace - Se hai messo bene i tag e hai scelto una bella immagine di anteprima, cerca di non rovinare tutto dando un titolo incomprensibile al tuo video. Cosi come avviene per i blog, puoi attirare la curiosità degli utenti semplicemente mettendo un titolo altamente descrittivo.




  • Dillo a tutti - Adesso l'ultima mossa. E' giunto il momento di far sapere a tutto il mondo che hai pubblicato un video. Come fare?!

    Beh..se hai un blog, fai un bel post in cui spieghi di cosa parla il tuo video. Oppure se usi Twitter, Facebook, del.icio.us o altri social media, assicurati di pubblicare un link al tuo video su ognuno di essi. Se ti va puoi creare una pagina su Squidoo o su HubPages, per promuovere il tuo video online anche su altre piattaforme.

    L'unico obiettivo che ti devi porre è fare in modo che il tuo video sia linkato, o meglio sia embeddato, in più posti possibile.




Risorse Aggiuntive

risorse-aggiuntive_size350.jpg

Se vuoi saperne di più sul video publishing e su come fare dei bei video da pubblicare online, ecco una serie di link che possono tornarti utili:




Fine della Parte 2 - Leggi "Pubblicare Video Online: Guida Al Video Publishing Per Chi Inizia - Parte 1".

 
 
 
 
Commenti    
blog comments powered by Disqus

 

 

 

 

8509
 




 

Web Analytics